Arzano, continua la “pulizia etnica” del clan Monfregolo: il cognato di Pietro Cristiano costretto a lasciare la città

I contrasti tra i clan di camorra ad #Arzano hanno generato altre frizioni con la “cacciata” del 60enne ex cutoliano costretto ad emigrare nella vicina #Frattaminore

arzano

Arzano. Continua la “pulizia etnica” del clan Monfregolo, il cognato di Pietro Cristiano costretto a lasciare la città.

La notizia, riguarderebbe il 60enne pluri pregiudicato con un passato nella NCO di Cutolo. Dipendente di un servizio comunale, sarebbe stato affrontato per strada da almeno 5 persone del clan Monfregolo, pestato a sangue e costretto a fuggire nella vicina Frattaminore e intimato di non ritornare più città.

L’uomo, ex cognato di Pietro Cristiano (finiti agli arresti ieri) è anche lo zio del boss Pasquale Cristiano colpito da ordinanza cautelare insieme al padre. Un modus operandi che ha distinto il clan Monfregolo in questi pesi che così facendo, molto probabilmente, ha voluto togliere di mezzo ogni potenziale “nemico”.

Ovviamente saranno gli inquirenti a verificare la notizie ed avviare le indagini del caso. Ovviamente proseguono le indagini e la ricerca di uno degli arrestati che si sarebbe al momento sottratto alla giustizia.

Luigi Vanacore