Castello di Cisterna, preso il pusher ambulante della droga: è un minorenne di Napoli

SULLO STESSO ARGOMENTO

Castello di Cisterna. Preso il pusher ambulante della droga: è un minorenne di Napoli, ancora un arresto dei Carabinieri. In appena 15 giorni quasi 1500 dosi di stupefacenti sequestrate.

Senza sosta l’attività anti-spaccio dei Carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna nei rioni più difficili della città. Ancora una volta in Via De Curtis, ancora i palazzoni “ex legge 219” lo scenario dell’ennesimo arresto per droga.
A finire in manette un ragazzino, 18 anni il prossimo giugno.

Vive nel cuore di Napoli ma ieri i militari della sezione operativa di Castello di Cisterna lo hanno sorpreso in trasferta con un ampio campionario di stupefacenti. Addosso aveva 41 dosi di cocaina, 19 di crack, 11 di marijuana e 11 di hashish. Il 17enne è stato portato presso il centro di prima accoglienza dei Colli Aminei dove attende giudizio.



    Quello del minore è il sesto arresto in poco più di 10 giorni, segnale di una grande attenzione dei Carabinieri nel controllo del territorio. Una presenza forte che si traduce in un contrasto efficace al traffico di droga. Droga di ogni genere ma è il crack la sostanza regina, quella che sembra essere preferita dal consumatore nei comuni della provincia nord orientale di Napoli: 1342 le dosi sequestrate negli ultimi giorni.

    Non solo “cristalli” ma anche coca, hashish, marijuana ed eroina. Frazionata e confezionata in modo peculiare, con una sorta di firma dello spaccio locale, le bustine colorate. Forse utilizzate dai pusher per individuare immediatamente la varietà richiesta ed evitare tempi morti tra il pagamento e la cessione. Un’opzione compresa nel prezzo che garantisce al cliente e al venditore una transazione rapida.

    2 settimane di arresti, dunque, e tanta droga.
    Giuseppe Platania, 29enne catanese, è stato fermato in via leopardi e trovato in possesso di 90 dosi di crack, 35 dosi di cocaina e della somma in contanti di 265 euro. Stava cedendo droga ad un minore e recuperava la sostanza dalla tettoia di una cappella votiva dedicata alla Madonna.

    Francesco Vaia, 54enne del posto già noto alle forze dell’ordine era nella “Cisternina” e addosso aveva 27 dosi di crack e 80 euro in contante ritenuto provento illecito.

    Nel bilancio anche Wilson Cervone, il 28enne di Marigliano arrestato in Via De Curtis per le varietà di droga messe in vendita. 60 di crack, 14 di marijuana e 9 di hashish. E nelle tasche, piegata in uno spesso mazzetto di banconote di piccolo taglio la somma di 830 euro, provento evidente di una fiorente attività illecita

    E ancora, in manette Massimo Stefanelli.
    Durante una perquisizione in Via Leopardi è stato trovato in possesso di 1 dose di cocaina, 3 di crack e 1010 euro in contante ritenuto provento illecito. Nella stessa giornata, poco lontano, nel comune di Brusciano gli stessi militari sequestrarono ben 1080 dosi di crack.

    Raffaele Marzo, invece, è stato perquisito in Via Leopardi, tra i caseggiati popolari della “Cisternina”. Addosso 63 dosi di crack, 25 di cocaina e 7 di marijuana. Anche per lui l’arresto.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Quarto, barbarie in strada: gatto torturato e ucciso in strada

    La domenica scorsa a Quarto è iniziata con la terribile scoperta di un gatto torturato e ucciso trovato per strada. Il corpo senza vita dell'animale è stato ritrovato sull'asfalto, chiuso in una busta, evidenziando segni di soffocamento e atroci sofferenze. L'associazione Oasi Felina Quarto - NA ha diffuso la notizia tramite la propria pagina Facebook, esprimendo costernazione e indignazione per l'accaduto. L'episodio ha suscitato grande sconcerto e il deputato dell'alleanza Verdi-Sinistra, Francesco Emilio Borrelli, ha denunciato...

    L’intersezione tra criptovalute e intelligenza artificiale (AI)

    Negli ultimi anni, la convergenza delle criptovalute e dell’intelligenza artificiale (AI) ha guadagnato un’attenzione significativa in quanto due delle tecnologie più dirompenti e trasformative di questo secolo. Mentre le criptovalute rivoluzionano il panorama finanziario con valute digitali decentralizzate come visto in piattaforme come Immediate Connect, l’intelligenza artificiale rivoluziona i settori con la sua capacità di analizzare dati, apprendere modelli e prendere decisioni autonome. Questo post esplora come la sinergia tra criptovalute e intelligenza artificiale...

    Casarin: “Gli arbitri sono confusi, le regole cambiano troppo spesso”

    L'ex arbitro e designatore Paolo Casarin, attuale opinionista di 'Radio Anch'io Sport' su Radio Rai 1, ha parlato degli errori arbitrali dell'ultimo turno: "Gli arbitri si trovano in una fase complicata, influenzati da frequenti cambiamenti nelle regole che causano confusione e compromettono inevitabilmente il loro giudizio". "Si cerca di rendere il calcio più spettacolare intervenendo costantemente sulle norme per favorire la produzione di gol, ma dubito fortemente che un risultato di 6-0 sia più apprezzato...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE