L’#Inps cede il complesso immobiliare dell’#OspedaleMonaldi a Napoli che ha permesso di reaizzare un introito di 1.604.000 euro






L’ cede il complesso immobiliare dell’Ospedale Monaldi a

La Direzione regionale Campania, in collaborazione con la Direzione Centrale Patrimonio e Investimenti, ha concluso ieri, la vendita del complesso immobiliare situato nell’area dell’Ospedale Monaldi a in favore dell’Azienda Ospedaliera dei Colli, con l’importante partecipazione della Regione Campania.

Lo ha reso noto un comunicato dell’Inps. Il passaggio di proprietà dei due fabbricati contigui è stato portato a termine attraverso una intensa collaborazione tra Inps e Azienda Ospedaliera, con l’obiettivo di destinare il bene a finalità socioassistenziali e aumentare le possibilità di servizi pubblici per il territorio.

L’operazione rappresenta un risultato particolarmente importante per la sanità regionale nell’attuale scenario caratterizzato dalla crescente domanda di tutela della salute e il complesso immobiliare acquisito, grazie alla sua posizione centrale, potrà rappresentare un valore aggiunto destinato finalità istituzionali e socioassistenziali in favore della sanita’ pubblica.

La vendita, ha reso noto l’Inps, si inserisce nell’ambito del programma di dismissioni che i vertici dell’Inps hanno da tempo avviato ed ha consentito all’Istituto di realizzare un introito di 1.604.000 euro, sulla base della stima redatta dall’Agenzia delle Entrate. Il complesso oggetto della vendita risulta essere di 7.581 mq su tre livelli.

Il direttore generale dell’Ospedale dei Colli, Maurizio Di Mauro, e il direttore regionale Inps Campania, Maria Giovanna De Vivo, si sono impegnati in sinergia per la realizzazione di una operazione portata avanti grazie ad una effettiva e piena collaborazione tra le Amministrazioni Inps, Azienda Ospedaliera e Regione Campania.

“Questa – ha commentato Diego De Felice, Direttore Patrimonio e Investimenti Inps – si è svolta in coerenza con le linee programmatiche degli attuali Organi dell’Istituto: accelerare le dismissioni del patrimonio immobiliare operando quanto più possibile in sinergia con Enti e Strutture Locali, al fine di perseguire finalita’ sociali e sanitarie di interesse pubblico”.



Il Ministero della Salute: i positivi asintomatici non entrano nel conto dei ricoveri

Notizia precedente

‘Urne’, di Giovanni Bracco, tra poesia e archeologia

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..