Violenza donne, Irma Testa: “Non facciamoci mettere all’angolo”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Irma Testa: “Ero una bambina ambiziosa, nel quartiere periferico di Torre Annunziata in cui vivevo vedevo le ragazze studiare fino alle medie, poche finivano le superiori: se andava bene si fidanzavano, si sposavano e badavano alla famiglia. Ora e’ diverso, ma 10-12 anni fa era cosi’ e non mi piaceva”.

Cosi’ racconta Irma Testa sul numero da domani in edicola di ‘Famiglia Cristiana’. Bronzo a Tokyo, prima donna italiana a vincere una medaglia olimpica nel pugilato, partecipa al progetto della Onlus ActionAid “Squadra del cambiamento”, per promuove il contrasto alla violenza sulle donne e alla dispersione scolastica.

“Lo sport mi ha dato un lavoro che e’ anche la mia passione, la possibilita’ di girare il mondo, di allargare, gli orizzonti: mi ha fatto capire che nella vita c’e’ sempre un’altra strada anche quando la nostra ci sembra segnata. Il ring e’ stato la mia alternativa”, gliel’ha indicata Lucio Zurlo, maestro alla Boxe Vesuviana, quand’era una ragazzina ribelle. A proposito di violenza, si potrebbe pensare che una pugile sia avvantaggiata e che sia in grado di difendersi.



    Ma in realta’ non e’ cosi’: “La boxe non e’ una tecnica di difesa personale, senza guantoni non saprei dare un cazzotto in faccia a una persona, ne’ lo farei mai. So dare il colpo preciso per andare a punto, non sarei in grado di contrastare fisicamente un uomo nella vita reale”. Per farsi valere nel mondo, come donna e come persona, Irma ha scelto tutt’altra via, dopo avere lasciato la scuola si e’ rimessa a studiare: “Dopo aver capito che era importante. Iniziavo a frequentare persone molto interessanti da ascoltare e non volevo restare silenziosa in un angolo senza saper dire la mia. Se non sai niente non sei neanche capace di contraddire, puoi credere a qualunque cosa ti dicano”.


    Torna alla Home


    Miglioramento dell’organizzazione dei taxi a Piazza Garibaldi a Napoli

    Riunione per ottimizzare il servizio taxi Il prefetto di Napoli, Michele Di Bari, ha guidato una riunione al Palazzo di Governo per discutere delle problematiche legate alla logistica dei taxi presso la stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi. Presenti l'assessore alla Legalità e Polizia locale del Comune di Napoli, rappresentanti...

    In ospedale 3 studenti e 2 insegnanti di Salerno in gita a Montecatini

    Tre studenti e due insegnanti, facenti parte di una comitiva in gita scolastica da Salerno e che alloggiavano in un albergo di Montecatini Terme (Pistoia), sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso di Pescia (Pistoia), perché accusavano disturbi gastrointestinali a carattere acuto. E' quanto reso noto dall'Asl Toscana...

    Marcianise, incastrato in rulli bobina: muore operaio

    Tragedia sul lavoro nel Casertano. Non ce l'ha fatta l'operaio di 53 anni che ha perso la vita in un'azienda nella zona industriale di Marcianise. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, lo scorso 11 aprile la vittima, di Casoria (Napoli), stava effettuando lavori di manutenzione su una ribobbinatrice...

    Napoli, evaso dal carcere di Nisida: 19enne preso ai Quartieri Spagnoli

    Durante un'operazione della Polizia di Stato, un giovane di 19 anni è stato arrestato per evasione. Gli agenti della Squadra Mobile hanno intercettato il giovane mentre tentava di fuggire su uno scooter. Dopo un breve inseguimento, è stato catturato e si è scoperto che era evaso il 3 aprile scorso...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE