Il cede a San Siro: primo ko stagionale contro l’Inter, vincente con il risultato di 3-2. Azzurri ancora primi in campionato, anche se diventano solo 4, adesso le lunghezze di vantaggio sui nerazzurri. Queste le pagelle degli undici (più cambi) di Spalletti.

Ospina: 5,5. Si fa sorprendere troppo facilmente in occasione del gol di Perisic, anche se sfavorito da una mancata copertura sul palo. Per il resto fa il suo e gioca il finale con una vistosa fasciatura in testa dopo uno testa contro testa con Dzeko.

ADS

Di Lorenzo: 5,5. In fase offensiva fa bene come al solito, ma in quella difensiva soffre tanto le offensive di Perisic sulla destra.

Rrahmani: 5,5. Ha qualche colpa sul terzo gol di Lautaro Martinez, mancando l’intervento su Correa nella ripartenza. Ma è fortemente condizionato dall’ammonizione subita nel primo tempo.

Koulibaly: 5. Pesa tanto, nell’economia della partita, quel braccio largo sul tiro al volo di Barella che porta al rigore dell’1-1. Il giallo, in quell’occasione, condiziona anche lui nel resto della partita.

Mario Rui: 5,5. Soffre anche lui insieme al resto della difesa, ma dei quattro ha forse meno colpe di tutti. Il colpo di testa a botta sicura grida ancora vendetta: un miracolo di Handanovic gli impedisce di firmare il 3-3.

Anguissa: 6,5. La meravigliosa serpentina in mezzo a tre ed il conseguente assist al bacio per Mertens – che spreca al volo – valgono da soli la larga sufficienza. Una garanzia a centrocampo.

LEGGI ANCHE  Mugnano, sorpreso a spacciare in strada: arrestato 19enne

Fabian Ruiz: 5,5. Spunti interessanti in avvio, poi si spegne. E’ lui a perdere il pallone sulla trequarti che scatena quindi Correa e Lautaro verso il gol del 3-1.

Lozano: 5,5. Qualche fiammata ma nulla più. Ma è anche vero che tocca pochi palloni: è l’Inter, infatti, a fare la partita mentre lui è in campo (dal 75’ Elmas: 6. Entra bene, anche se poco lucido sotto porta).

Zielinski: 7. Il ha ritrovato finalmente il suo trequartista: tante giocate di sostanza e qualità ed un gran destro dal limite dell’area che sblocca il risultato.

Insigne: 6. Bene nella prima fase di partita, dove si fa vedere guidando spesso le ripartenze azzurre. Da una di queste nasce la rete del vantaggio di Zielinski, al quale serve l’assist. Fatica nella ripresa, uscendo lentamente dalla partita (dal 75’ Mertens: 6,5. Un arcobaleno favoloso a battere Handanovic ed a riaprire la gara, poteva fare molto meglio al volo al 96’).

Osimhen: 6. Il nigeriano non sfigura particolarmente nonostante il compito non facile in mezzo ai tre giganti della difesa nerazzurra. Esce ad inizio ripresa per infortunio dopo uno scontro di gioco: un peccato averlo perso nella fase più importante della gara (dal 55’ Petagna: 5. Tanta fatica e pochi palloni toccati).

Vincenzo Scarpa

@RIPRODUZIONE RISERVATA



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Napoli, primo ko con tanti rimpianti: l’Inter vince e accorcia

Notizia precedente

Spalletti: “Importante l’atteggiamento. La sconfitta? Risultato non mi interessa”

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..