Casalnuovo, offende carabinieri su Tik Tok poi va in caserma per obbligo firma: denunciato

SULLO STESSO ARGOMENTO

Casalnuovo. Posta un video su Tik Tok pieno di insulti ai carabinieri e subito dopo entra nella caserma per adempiere all’obbligo di firma a cui è sottoposto per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari hanno denunciato a piede libero un 28enne del posto, accusato di vilipendio delle forze armate. Proprio mentre citofonava in caserma, il 28enne ha pensato bene di filmarsi mentre offendeva in dialetto napoletano i militari, per poi postare le immagini sui social.

Nel video, diventato virale, l’uomo si lamenta della misura a cui è sottoposto e pronuncia parole sprezzanti nei confronti dell’Arma. Per i militari è stato semplice estrapolare il video e denunciarlo.

    La denuncia è arrivata dopo la segnalazione del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. “Una denuncia meritatissima – ha dichiarato Borrelli – certe cose sono inammissibili. Postarle sui social, poi, rende tutto ancora più vergognoso. Bene hanno fatto i carabinieri a denunciarlo per vilipendio, un ottimo segnale che arriva da parte dello Stato nei confronti di questi detrattori che non solo violano le leggi, ma si permettono pure di insultare chi, ogni giorno, è in strada per proteggerci. Tolleranza zero per comportamenti simili”.






    LEGGI ANCHE

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

    Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE