avellino



. La Polizia di Stato ha proceduto all’ di due persone, e figlio, di 51 e 20 anni residenti nella provincia di Avellino, che resisi responsabili di danneggiamento, minacce, oltraggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di oggi, allorquando una pattuglia della Polizia Stradale di Napoli – Distaccamento di Nola, ha intimato l’Alt ad una vettura che circolava sulla SS7bis da Villa Literno a Nola e questa, incurante dell’ordine, ha continuato la marcia fino al km 43+500 dove gli operatori lo hanno bloccato.

ADS

Ciò nonostante il fuggitivo ha effettuato una manovra di retromarcia e ha continuato la fuga verso Nola per poi essere definitivamente bloccato al successivo km 43+600.

LEGGI ANCHE  Verso Udinese-Napoli: pochi cambi per Spalletti, ballottaggio Politano Lozano

In quel contesto il capopattuglia, avvicinatosi allo sportello lato guida, è stato aggredito dal conducente che l’ha afferrato per il collo colpendolo con dei pugni al volto.

Inoltre, dal lato passeggero è sceso un altro soggetto, il del conducente, che ha colpito di spalle l’agente fino a quando i due sono stati definitivamente bloccati.

Il magistrato presso la Procura di Nola ha disposto per i due la detenzione temporanea in attesa della celebrazione del rito per direttissima all’esito della quale veniva disposto nei confronti dei malviventi l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

Giovane madre trovata senza vita nel Volturno: lascia il marito e due figli

Notizia precedente

Salerno, i carabinieri donano pellet sequestrato

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..