Nba

.

.

______________________________

La storia della gara 3 giocata dai Milwaukee Bucks è una storia di riscatto e ripresa, a danno dei Phoenix Suns, squadra ospite che vede perdere parte del proprio vantaggio. La vittoria nella gara 3 delle finals si chiude su un 120-100 per i Bucks, che rende particolarmente interessanti le premesse per la gara 4.

Infatti, adesso la situazione è assestata sul 2-1 per i Suns, che attendono dunque il prossimo match (e l’ormai inevitabile gara 5) per tornare più vigorosi di prima. La partita di gara 4 si disputerà nella notte tra mercoledì 14 e giovedì 15 Luglio, alle 3 di notte (ora italiana): i giochi per i Bucks sembrano ancora aperti, rendendo interessanti le quote sulla vittoria finale che possono essere verificate anche su siti scommesse non AAMS.

Milwaukee Bucks e Phoenix Suns: la gara 3

Guardando più da vicino la squadra di casa, a dominare la scena è il giocatore greco Giannis Antetokounmpo, che si distingue già per le sue prodezze nei tiri liberi (13/17 dalla lunetta). Il suo attacco ha numeri da capogiro e ha regalato ai Milwaukee Bucks 41 punti, 13 rimbalzi, 6 assist e una sola palla persa.

Giannis, grazie al supporto di Connaughton, Holiday (21 punti e 9 assist) e Middleton (18 punti, 7 rimbalzi e 6 assist), abbatte senza rimedio la difesa dei Phoenix Suns. Tucker invece è stato particolarmente addosso a Booker, che chiude con 3/14 al tiro una giornata non particolarmente rosea (ottimo per i Bucks di Milwaukee). Quella di Booker è stata a tutti gli effetti la sua peggiore prestazione dell’anno (10 punti, 6 assist e 2 rimbalzi): i Suns sperano ovviamente che si tratti di un’esperienza isolata, e che il loro leader offensivo possa tornare in forma per la gara 4.

Il coach Williams ha provato a tenere alta la difesa dei Suns, ma a nulla vale la zona difensiva contro il greco Giannis. Soltanto Cam Johnson sembra potergli tenere testa, ma viene subito ridimensionato, dopo aver portato i Suns a -4. I numeri di Johnson sono 14 punti e 5 rimbalzi: è già leggenda la sua schiacciata, con cui ha scavalcato anche il difensore Tucker (che gli ha anche fatto fallo), in un momento iconico, tuttavia insufficiente a riportare i Suns in vantaggio. La squadra di Phoenix resta sotto dal terzo quarto fino alla fine della partita.

Chiudendo con i Suns, 18 punti e 6 rimbalzi sono i numeri di Jae Crowder. Il vero problema per la squadra di Phoenix è dato da Deandre Ayton (18 punti e 9 rimbalzi), che a inizio terzo quarto commette il suo quarto fallo. Costretto dunque in panchina, lascia campo libero a Giannis, che ha vita decisamente più facile. Meglio invece Chris Paul, con 19 punti e 9 assist (anche se alle sei palle perse in gara 2 se ne sommano altre quattro in gara 3).

Milwaukee Bucks e Phoenix Suns: attesa per gara 4

Mentre i Dallas Mavericks dell’italiano Nicolò Melli sono stati eliminati al primo turno dai Los Angeles Clippers, i Suns tremano per aver perso il break iniziale del 2-0 e per la trasferta sul campo dei Bucks. Per l’ormai inevitabile gara 5, invece, i match torneranno a disputarsi a Phoenix.


Di La Redazione

Ti potrebbe interessare..

Altro e-News