Gino Peluso rapinato e ferito

L’imprenditore Gino Peluso rapinato e ferito a colpi di pistola a Secondigliano spiega con un post sui social che è stato ferito perché ha reagito ai banditi

______________________________

Gino Peluso rapinato e ferito a colpi di pistola. E’ stato lo stesso imprenditore a chiarirlo con un post comparso stamane sulla sua pagina facebook

“Tanti stanno dicendo tante cose , ma io voglio rassicurare tutti i miei amici fraterni che mi stanno Cont con la vostra vicinanza le vostre parole che mi emozionano e mi riempiono il cuore di gioia. Vi informo che ringraziando Dio sto bene e non mollo , non è mio carattere farlo . Oggi purtroppo per una mia negligenza perché a Napoli se ti compri qualcosa lo devi tenere custodito e nn devi metterlo ( e io lo so ) ho subito una rapina per l’orologio , in parte finita male perché da come avrete sentito ho avuto dei colpi di pistola alle gambe .

Tanti mi dicono ma perché reagire scappare beh perché la dignità di un uomo nn va toccata un uomo che lavora e si suda tutto quel che ha nn va toccato non parlo di valore economico perché quello poi diventa superfluo . Mi è stato risposto e ma ora sei in ospedale con dei fori alle gambe , io vi rispondo si è vero ho avuto la peggio ma la Mia dignità di onesto lavoratore lo difesa e nn è stata toccata”.

Con questo post l’imprenditore di Secondigliano ha voluto smentire tutta una serie di voci circolate sue social da ieri, ovvero da quando si è diffusa la voce del suo ferimento a colpi di pistola e del suo ricovero al Cardarelli.

LEGGI ANCHE  Il giovane scrittore Alfonso Maria Di Somma vince il premio letterario “La Piazzetta”

Gino Peluso rapinato e ferito

Gino Peluso rapinato e ferito

 

Il 33enne, nel primo pomeriggio di ieri, secondo quanto emerso dalle indagini, si trovava dinanzi alla sua attività gastronomica, Le delizie del Grano, quando è stato colpito da due proiettili ad entrambe le gambe.

 TI POTREBBE INTERESSARE ANCHEBlack out alla Funivia del Faito: ferma per 1 ora

Due i colpi esplosi da ignoti che, subito dopo il raid, si sono immediatamente dileguati, in sella a uno scooter. I carabinieri che stanno indagando sul ferimento stanno cercando elementi utili alle indagini anche attraverso la visione delle immagini delle telecamere pubbliche e private poste lungo la zona.


Di La Redazione



Ti potrebbe interessare..