Seguici sui Social

Campania

Controlli nelle stazioni ferroviarie: identificate circa 2000 persone

Controlli nelle stazioni ferroviarie: 1 arrestato, 6 denunciati, 1.944 persone controllate e 4 contravvenzioni elevate: questi i risultati dell’ultimo week end


PUBBLICITA

Pubblicato

il

Controlli nelle stazioni ferroviarie

Controlli nelle stazioni ferroviarie: identificate circa 2000 persone

1 arrestato, 6 denunciati, 1.944 persone controllate e 4 contravvenzioni elevate: questi i risultati dell’ultimo week end di controlli straordinari con intensificazione delle misure di vigilanza e osservazione finalizzate a prevenire ogni forma di illegalità in ambito ferroviario, in relazione all’avvio della stagione estiva e per la grande affluenza di viaggiatori in tutte le principali stazioni ferroviarie a seguito del recente passaggio di tutte le regioni italiani a “zona bianca”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Circa 5.000 controlli dalla Polfer nelle stazioni ferroviarie della Campania

I controlli sono stati svolti in collaborazione con personale del locale Presidio di Protezione Aziendale delle F.S. Italiane che, attraverso l’utilizzo di un sistema di videosorveglianza all’avanguardia, ha consentito di monitorare con estrema efficienza e sicurezza i flussi di viaggiatori.

Controlli nelle stazioni ferroviarie

Controlli nelle stazioni ferroviarie

Il medesimo sistema di videosorveglianza ha permesso, nella stazione di Napoli Centrale durante un controllo straordinario, di arrestare per rapina e violenza sessuale un cittadino nigeriano 22enne. L’uomo ha prima pattuito con la donna una prestazione sessuale, per poi rifiutarsi di pagare la cifra stabilita costringendola comunque al rapporto sessuale. Al termine il reo ha iniziato a picchiarla, rapinandola del suo zaino.

LEGGI ANCHE  Napoli, il dg del Cotugno: 'Pronto soccorso in grande sofferenza, arrivano molti giovani'

Controlli nelle stazioni ferroviarie

Sono intervenuti gli agenti della Reparto Operativo di Napoli Centrale, allertati dalla Control Room di Protezione Aziendale, che hanno bloccato l’uomo e l’hanno arrestato per violenza sessuale, rapina e lesioni. Su disposizione del PM della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Napoli l’uomo è stato associato presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale in attesa della convalida della misura cautelare.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Pozzuoli, il Comune bonifica e rende visibile la necropoli romana

Saranno nuovamente visibili e visitabili i resti dell’antica necropoli romana di via Antiniana a #Pozzuoli

Pubblicato

il

pozzuoli

Pozzuoli. Saranno nuovamente visibili e visitabili i resti dell’antica necropoli romana di via Antiniana a Pozzuoli nei pressi dell’anfiteatro Flavio e a breve distanza dal vulcano Solfatara grazie ad un intervento di bonifica e riqualificazione dell’area effettuato dal comune.

Nella necropoli, portata alla luce solo negli anni novanta, sono conservati testimonianze di monumenti funerari e il basolato della strada che collegava Pozzuoli con Napoli. L’incuria e l’abbandono avevano reso il sito un ricettacolo di rifiuti ricoperto completamente dalla vegetazione. L’intervento comunale giunge a seguito di un accordo con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio che ha giurisdizione sulla necropoli.

LEGGI ANCHE  Napoli, danneggia un ambulatorio del Cto e aggredisce un medico: denunciato 22enne

“I lavori sono eseguiti a spese del comune – ha informato il sindaco – pur non avendo la competenza sul sito e prevedono il completo diserbamento di tutta l’area con la rimozione di erbacce, sterpaglie, legni e rifiuti vari. Lo facciamo a beneficio dell’ambiente e nel rispetto della collettivita’ e di un bene comune”.

Continua a leggere

Cronaca

30 lidi controllati dai Nas tra Pozzuoli e Sorrento

Sono oltre 30 i lidi controllati da parte dei carabinieri del Nas di #Napoli

Pubblicato

il

lidi controllati

Sono oltre 30 i lidi controllati da parte dei carabinieri del Nas di NAPOLI che, con 30 pattuglie, dal 10 al 31 luglio, hanno passato al setaccio i lidi del Napoletano, da Pozzuoli a Massa Lubrense, passando per Castellammare di Stabia.

E se per quello che concerne il rispetto delle norme anti covid i risultati ottenuti sono confortanti (c’erano i dispenser per il gel, i termo scanner e anche un sistema di prenotazione telefonico, ndr), altrettanto non e’ stato invece per quello che riguarda il profilo igienico-sanitario e amministrativo. I militari dell’arma hanno, complessivamente, sequestrato 250 kg di alimenti privi di tracciabilita’ e altri 20 kg, prevalentemente carne e pesce, il cui stato di conservazione era pessimo.

LEGGI ANCHE  La Novartis: 'Potremmo produrre i vaccini a Torre Annunziata'

I militari del Nas di NAPOLI, coordinati sul campo dal comandante Alessandro Cisternino, ha messo i sigilli a due depositi illegali di alimenti, del valore complessivo di circa 50mila euro. Le sanzioni comminate ai titolari si aggirano sui 20mila euro. Rilevata, in un solo caso, la presenza di un bagnino la cui abilitazione e’ risultata scaduta. Sequestrati, inoltre, in una sorta di infermeria, una serie di farmaci ospedalieri, alcuni scaduti, la cui detenzione non e’ consentita ai privati. Contestata anche la scarsa dotazione di materiali sanitari nelle obbligatorie cassette di pronto soccorso.

Continua a leggere
longobardi logo

Le Notizie più lette