Seguici sui Social

Cronaca Napoli

A Napoli rimosso altarino del clan

A Napoli rimosso altarino del clan era dedicato a ad Emanuele Esposito, pregiudicato ucciso in un agguato di camorra nel 2015.


PUBBLICITA

Pubblicato

il

Napoli rimosso altarino del clan

A Napoli rimosso altarino del clan.

Stamattina in Vico Lepri, angolo Via S. Antonio Abate nel quartiere Vicaria, a Napoli rimosso altarino del clan. L’amministrazione comunale, assistita dalle Forze dell’ordine, ha provveduto alla rimozione di un altarino, dedicato ad Emanuele Esposito, pregiudicato ucciso in un agguato di camorra nel 2015. Lo rende noto la Prefettura di Napoli.

Napoli rimosso altarino del clan

“Il programma di interventi, avviato a seguito di operazione concordata in apposito tavolo tecnico, in ottemperanza agli esiti del Comitato ordine e sicurezza pubblica dell’area metropolitana del 4 marzo scorso, proseguirà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, con la finalità di ripristinare il rispetto della legalità con la progressiva rimozione di manufatti o altri simboli che insistono abusivamente sulla pubblica via, ferma restando l’eventuale sussistenza di specifici reati“, ricorda la nota.

Napoli rimosso altarino del clan

“Abbiamo cominciato a chiedere questi interventi anni fa nell’indifferenza generale, la derisione di molti e l’immobilismo dell’amministrazione cittadina che con il suo comportamento ha di fatto tollerato questa propaganda della criminalità che celebra camorristi, delinquenti, rapinatori e spacciatori ergendoli a santi e modelli da seguire. Fortunatamente hanno poi cominciato ad ascoltare i nostri appelli, per questo ringraziamo il Prefetto Marco Valentini e tutte le forze della magistratura e dell’ordine che stanno ripulendo la città da questa propaganda camorristica indegna.

Non ci daremo tregua finché ogni murale, ogni altarino, ogni graffito, ogni opera dedicata a delinquenti, boss e camorristi non verrà eliminata per fare spazio a messaggi di legalità e ai volti degli eroi e delle vittime della camorra”.

 TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: A Napoli caccia ai complici di Marcello Sorrentino

Si è così espresso il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che è stato protagonista anche di un servizio di una delle più importanti emittenti televisive francesi Arte sulla battaglia frontale di alcuni uomini delle istituzioni contro i murales e gli altarini della camorra. camorristi, i criminali.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli, blitz alla Duchesca: sequestrati migliaia di capi e accessori falsi

Questa mattina gli agenti della polizia municipale di #Napoli ha svolto un importante intervento nell’area di via Maddalena al cosiddetto mercato della duchesca,

Pubblicato

il

napoli

Napoli. Questa mattina gli agenti della polizia municipale di Napoli ha svolto un importante intervento nell’area di via Maddalena al cosiddetto mercato della duchesca, luogo di riferimento noto per l’alta concentrazione dell’offerta ed il commercio ambulante di merci con marchi contraffatti.

Le operazioni hanno portato al controllo di numerosi venditori ambulanti ed al sequestro di vari articoli di abbigliamento ed accessori, tutti riproducenti illegalmente i modelli di note griffes. Nello specifico, 600 paia di scarpe, 250 tra borse e cinture , 1900 capi di abbigliamento e 530 occhiali da sole – , nonche’ di diversi prodotti di pirateria informatica, tra i quali 3.200 supporti digitali audio e video.

LEGGI ANCHE  Castellammare, nata Isabel: la bimba con 10 tra nonni, bisnonni e una trisavola.

Durante i controlli venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro anche grossi sacchi contenenti migliaia di loghi contraffatti con il marchio di importanti aziende (adesivi, toppe in tessuto, decalcomanie), pronti per essere applicati su capi di abbigliamento ed accessori.

Continua a leggere
longobardi logo

Le Notizie più lette