Sentenze ‘pilotate’: scoperti il giro di regali e mazzette al Giudice di Pace

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ha destato scalpore l’arresto del giudice di pace Umberto Della Rocca, originario di Gragnano e titolare dell’ufficio di Sessa Aurunca.

Con lui sono finiti in carcere il cancelliere Domenico Bosco e due avvocati mentre altri tre sono indagati.Dalle indagini, della Procura della Repubblica di Roma, è emerso che al cancelliere venivano  date 50 euro per ogni fascicolo assegnato in modo arbitrario per far si che ottenessero la vittoria  nelle proprie trattazioni presso l’Ufficio del Giudice di Pace di Sessa Aurunca.

toga tribunale

Il gip Rosalba Liso dell’Ottava Sezione del Tribunale di Roma ha firmato la custodia cautelare in carcere per il Giudice di Pace Umberto Della Rocca e gli avvocati Armando Schiavone e Francesco Serao e gli arresti domiciliari per  il cancelliere Domenico Bosco e l’avvocato Vincenzo Bordone oltre che l’iscrizione nel registro degli indagati per N. Martinelli, O. Corvino e F. Vella.
Sono tutti accusati di corruzione in atti giudiziari aggravata e continuata.



    La cricca gestiva i ricorsi presentati contro l’Agenzia delle Entrate

    La cricca gestiva i ricorsi presentati contro l’Agenzia delle Entrate per l’annullamento delle cartelle esattoriale falsandone l’esito oltre che condizionare alcuni processi civili relativi a sinistri stradali. I sei avvocati dell’Agro Aversano riuscivano a pilotare l’assegnazione delle loro cause grazie all’intercessione del cancelliere Bosco in capo al giudice di pace Della Rocca il quale poi avrebbe percepito secondo gli inquirenti romani il 10% delle somme liquidate a favore delle parti.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli e Palermo unite nel dolore per Emanuele Burgio ucciso nel capoluogo siciliano

    Domenico Bosco invece intascava 50 euro per ogni iscrizione non regolare riuscendo a percepire somme che variavano dai 5000 ai 12000 euro.  L’indagine partì circa un anno fa a seguito di denuncia di alcuni dipendenti dell’ufficio del giudice di pace sessano ed avvocati insospettiti dal fatto che tale ufficio fosse un’isola felice solo per alcuni legali e relativi procedimenti.
    Per la Procura Romana gli episodi di corruzione in atti giudiziari si sono realizzati in modo seriale e sono stati distinti per ogni fascicolo che veniva arbitrariamente depositato.

    In una prima fase dell’indagine venne contestata al giudice, cancelliere e legali il reato di associazione a delinquere, reato però ritenuto non provato dal GIP Rosalba Liso che ha disposto poi le misure cautelari per il reato di corruzione in atti giudiziari a carico dei partecipanti.


    Torna alla Home


    Miglioramento dell’organizzazione dei taxi a Piazza Garibaldi a Napoli

    Riunione per ottimizzare il servizio taxi Il prefetto di Napoli, Michele Di Bari, ha guidato una riunione al Palazzo di Governo per discutere delle problematiche legate alla logistica dei taxi presso la stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi. Presenti l'assessore alla Legalità e Polizia locale del Comune di Napoli, rappresentanti...

    In ospedale 3 studenti e 2 insegnanti di Salerno in gita a Montecatini

    Tre studenti e due insegnanti, facenti parte di una comitiva in gita scolastica da Salerno e che alloggiavano in un albergo di Montecatini Terme (Pistoia), sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso di Pescia (Pistoia), perché accusavano disturbi gastrointestinali a carattere acuto. E' quanto reso noto dall'Asl Toscana...

    Marcianise, incastrato in rulli bobina: muore operaio

    Tragedia sul lavoro nel Casertano. Non ce l'ha fatta l'operaio di 53 anni che ha perso la vita in un'azienda nella zona industriale di Marcianise. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, lo scorso 11 aprile la vittima, di Casoria (Napoli), stava effettuando lavori di manutenzione su una ribobbinatrice...

    Napoli, evaso dal carcere di Nisida: 19enne preso ai Quartieri Spagnoli

    Durante un'operazione della Polizia di Stato, un giovane di 19 anni è stato arrestato per evasione. Gli agenti della Squadra Mobile hanno intercettato il giovane mentre tentava di fuggire su uno scooter. Dopo un breve inseguimento, è stato catturato e si è scoperto che era evaso il 3 aprile scorso...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE