locatelli man of the match

Locatelli man of the match. Tutti gli azzurri di mancini oltre la sufficienza con il calciatore del Sassuolo e Jorginho su tutti

______________________________

Locatelli man of the match. Un’altra prestazione ad alto livello da parte dell’Italia di Mancini che batte anche la Svizzera 3-0 grazie a una doppietta di Locatelli e un gol di Immobile.

Donnarumma: 6,5. Il portiere azzurro è anche oggi poco impegnato dagli attacchi avversari, ma si fa trovare pronto su Zuber nella ripresa con una super doppia parata. Infonde grande sicurezza al reparto e aiuta anche in fase di impostazione.

Di Lorenzo: 6,5. Preferito a Toloi alla vigilia, non delude il ct Mancini. Preciso ed ordinato in fase difensiva, aiuta anche in attacco supportando le azioni azzurre lungo le fasce.

Bonucci: 6,5. Anche lui poco impegnato, se non nella ripresa, ma risponde ugualmente presente. Eredita la fascia da capitano da Chiellini dopo il suo infortunio, senza sfigurare: altra prestazione da leader del centrale bianconero.

Chiellini: 6. Pochi minuti per il centrale della Juve, sufficienti comunque per mettere anche a segno una rete da calcio d’angolo, annullata poi dal VAR per fallo di mano. Esce per infortunio alla mezz’ora. (dal 24′ Acerbi: 6,5. Entra a freddo, ma sbaglia poco e non fa rimpiangere il compagno di reparto sostituito: una prova importante che dovrà confermare anche, probabilmente, nelle prossime partite).

Spinazzola: 7. È il solito treno sulla fascia: essenziale soprattutto in fase offensiva, con tanti cross e palle gol che partono proprio dai suoi piedi. Una garanzia per la difesa di Mancini.

Barella: 7. È anche stasera il lottatore della mediana azzurra: attivo su tutti i palloni, guadagna come al solito tanti falli. Perfetta l’intesa con gli altri due compagni di reparto a centrocampo (dall’87 Cristante: sv).

LEGGI ANCHE  Il Napoli più brutto della stagione fa risorgere la Lazio

Jorginho: 7. Il fulcro del centrocampo: recupera tanti palloni in fase difensiva e coordina quella offensiva, sbagliando pochi passaggi.

Locatelli: 8. È la sua serata: una rete in avvio da vero rapace d’area di rigore ed un colpo da biliardo da fuori area che batte Sommer. Doppietta da sogno davanti al pubblico di Roma in festa: è lui l’uomo partita (dall’86’ Pessina: sv)

Locatelli man of the match

 

Berardi: 7,5. Ancora una volta una spina nel fianco per gli avversari. È lui a servire Locatelli per il gol dell’1-0 e sia nel primo che nel secondo tempo è sempre pericolosissimo, sfiorando il gol in due circostanze (dal 70′ Toloi: 6,5. Poco impegnato dietro, partecipa comunque all’azione del 3-0 di Immobile, servendo il laziale).

Immobile: 7. Un po’ assente ad inizio partita, sfrutta gli ultimi momenti del match per mettere ugualmente la firma con un gran gran dalla distanza. Una garanzia, in ogni caso: 2 gol in 2 partite.

Insigne: 7. Il fantasista del Napoli è essenziale: tocca tanti palloni e detta i tempi dell’attacco azzurro sbagliando poco. Questa volta non trova il gol, ma il suo contributo resta e resterà fondamentale anche per le prossime partite. (dal 69′ Chiesa: 6)

All. Mancini: 7. Conferma quasi interamente la formazione che aveva schierato contro la Turchia, e non sbaglia. Buona anche la scelta di Di Lorenzo per Florenzi, indisponibile: altre tre reti ed altra porta inviolata. Un messaggio forte e chiaro per tutte le squadre di questo Europeo.

 Vincenzo Scarpa

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Notte magica Locatelli e poi Immobile: altre 3 gol dell’Italia


Di La Redazione



Ti potrebbe interessare..

Altro Calcio