foto dal web

Il presunto arrestato a sarà estradato in Francia

La Corte di Appello di Napoli ha autorizzato l’estradizione in Francia per l’albanese Endri Elezi, arrestato il 21 aprile a Sparanise. Era destinatario di un mandato d’arresto europeo emesso dalle autorita’ francesi, che lo accusano di aver fornito una pistola e un fucile a Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, autore dell’attentato a Nizza il 14 luglio 2016 in cui morirono 86 persone.

Il 28enne, difeso dall’avvocato Francesco Fabozzi, collegato in videoconferenza dal carcere di Poggioreale, ha detto di essere innocente: “Non ho mai ceduto armi e non conosco nessuna delle persone coinvolte”.

La corte, presieduta da Vittorio Melito, impossibilitata a chiedere integrazioni documentali alle autorita’ francesi, ha preso atto delle accuse contestate nel mandato di cattura, disponendo, come richiesto dalla Procura Generale, la consegna del 28enne alla Francia perche’ venga giudicato per i reati di porto e detenzione illegale di armi da guerra. La Corte ha anche attestato che Elezi non risponde dei reati di strage o terrorismo.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..