Intesta il contatore della luce a un morto: denunciato

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sfruttando un documento contraffatto intestato ad un giovane residente sulla Montagna pistoiese, ma deceduto anni fa, aveva attivato un contratto per rifornire di energia elettrica il proprio negozio di alimenti surgelati, a Napoli, accumulando negli anni un debito per bollette non pagate pari a quasi 4.000 euro.

Il truffatore e’ stato scoperto e denunciato alla procura di Pistoia dai carabinieri di Abetone in provincia di Pistoia, che insieme a quelli di Napoli Secondigliano hanno svolto le indagini. L’indagine ha avuto inizio nello scorso mese di febbraio quando una donna, imprenditrice, molto conosciuta sulla montagna pistoiese, si era recata presso il comando stazione carabinieri di Cutigliano per presentare una denuncia di truffa contro ignoti, essendo stata contattata telefonicamente da un avvocato di una societa’ milanese di recupero credito che le intimava, entro cinque giorni, di saldare ben 6 bollette per l’erogazione di energia elettrica rimaste insolute relative ad un locale sito a Napoli.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, al Pascale il primo vaccino italiano Takis

I militari di Cutigliano insieme ai colleghi partenopei hanno appurato che il titolare del negozio di Napoli aveva attivato quattro anni fa la fornitura di energia elettrica intestando in modo fraudolento il contratto al giovane pistoiese, ma senza provvedere al pagamento delle bollette.






LEGGI ANCHE

Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

Al Museo-FRaC Baronissi presentazione del libro ‘Poetiche Impertinenze’, di Rossella Nicolò e Giancarlo Cav...

Venerdì 23 febbraio alle ore 18:30, nel Salone della conferenze del Museo-FRaC Baronissi, sarà presentato il libro di Rossella Nicolò e Giancarlo Cavallo POETICHE...

“Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

"Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE