Politica

‘Insieme per Scafati’, regolamento tributi: “Errori si che potevano evitare”

“Sarebbe il caso che il Sindaco, invece di fare inutili continue polemiche, almeno leggesse gli argomenti che propone e vota in Consiglio”



Comune di Scafati
Foto di google




Comunicato stampa della coalizione civica “Insieme per Scafati” composta dai consiglieri di opposizione Russo, Ambrunzo, Carotenuto e Grimaldi

 

Nello scorso Consiglio Comunale, sono stati approvati i regolamenti delle entrate, della tariffa rifiuti e dell’IMU. Avevamo proposto degli emendamenti a nostro avviso migliorativi, che andavano incontro alle esigenze delle fasce più deboli, ma sono stati tutti bocciati dalla maggioranza.

Avevamo, inoltre, rilevato delle discordanze e refusi, sia con le norme vigenti che tra i diversi regolamenti, tuttavia la maggioranza come sempre in maniera cieca e pregiudiziale non ha fatto alcuna valutazione nel merito. E ha votato contro i nostri tentativi di correzione.

Nel Regolamento delle entrate c’è una maggiorazione degli interessi del 2% oltre quelli legali, che contrasta con il regolamento Imu – approvato nella stessa seduta! – che invece dispone che gli interessi siano solo quelli legali.

Quale interesse applicherà l’ente sui futuri accertamenti?

Sempre nel regolamento Imu approvato dal Consiglio c’è la riduzione del 25% per le abitazioni fittate a canone concordato ai sensi della legge 431/98, mentre la delibera di giunta di Marzo scorso, sulle aliquote IMU del 2021, fissa questa riduzione al 20%. Il bilancio approvato di quale delle due aliquote tiene conto? Misteri.

Le definizioni di rifiuti ed i richiami di legge al Codice dell’Ambiente nel regolamento sulla Tariffa rifiuti, sono purtroppo non aggiornati alle modifiche del 2020 dello stesso codice, ed in alcuni casi fanno riferimento a parti abrogate.

Oltretutto, è scritto che il regolamento approvato il 23 Marzo 2021, va in vigore il 1/1/2016. Neanche questo si è voluto modificare. Quindi è retroattivo?

Ecco, noi ritenevamo che tali regolamenti andassero rivisti dall’Amministrazione che li aveva proposti così in Consiglio, in maniera confusa e contraddittoria. In ogni caso sarà assolutamente opportuno introdurre le necessarie modifiche per evitare dubbi ai cittadini e contenziosi.

L’opposizione continua a fare il suo lavoro, soprattutto nell’interesse della città. Sarebbe il caso che il Sindaco, invece, anziché fare inutili continue polemiche, almeno leggesse – non pretendiamo studiasse – gli argomenti che propone e vota in Consiglio.

Leggi anche qui

Google News

Commenti

I Commenti sono chiusi

Caso Suarez, interrogato Agnelli: scarica Paratici e Nedved

Notizia precedente

Stellantis Pomigliano, vaccino in fabbrica: via alle adesioni

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..