E’ morta dopo quattro interventi per un bypass gastrico.

E i familiari chiedono ora che vengano accertate eventuali responsabilita’ e colpe mediche nel lungo percorso ospedaliero di una 52enne di Sant’Agata de’ Goti. La e’ morta ieri sera nell’ospedale di Mercato San Severino, in provincia di Salerno, dove era arrivata una decina di giorni fa per risolvere le complicazioni insorte dopo ben tre interventi subiti nell’ospedale Fatebenefratelli di Benevento. A settembre dello scorso anno la prima operazione per impiantare il bypass gastrico che avrebbe dovuto risolvere gravi problemi di obesita’.

E invece dopo appena un mese, i medici stabiliscono che bisogna intervenire ancora. Intervento, il secondo, che non si presenta come risolutivo e a novembre, la 52enne, madre di tre figli, torna in sala operatoria. Ma neppure il terzo intervento si dimostra efficace. La paziente decide quindi di consultare un’altra struttura e si rivolge appunto ai medici dell’ospedale di Mercato San Severino. Dieci giorni fa il quarto intervento, ma le condizioni della sono andate peggiorando progressivamente, fino al decesso. La procura di Nocera Inferiore, sulla scorta di una denuncia dei familiari, ha aperto un’ e disposto il sequestro della salma, in attesa di affidare l’incarico per l’autopsia, e il sequestro delle cartelle cliniche che i carabinieri hanno acquisiti sia a Benevento, sia a Mercato San Severino.



Nella nuova campagna di vaccinazione spazio al successo italiano

Notizia precedente

Maltempo, a Salerno scuole chiuse anche domani

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..