“Con la candidatura di Procida a Capitale italiana della Cultura 2022, la Campania ha un’opportunità straordinaria per rilanciare il proprio brand a livello internazionale, coinvolgendo settori del mondo della cultura e dell’arte che hanno particolarmente risentito degli effetti dell’emergenza pandemica.

Sono per questo particolarmente orgoglioso che, a seguito di una mozione a mia firma presentata nell’ultima riunione del Consiglio regionale, oggi la Commissione Cultura abbia approvato all’unanimità una risoluzione con la quale impegniamo la Regione Campania a mettere in campo ogni risorsa e iniziativa utili a sostenere il processo di candidatura di una delle più belle isole del Golfo e del Mediterraneo. Un obiettivo per il cui raggiungimento serve l’impegno di tutti e che vede già in campo altri luoghi che rappresentano un’eccellenza della nostra regione, come la città di Padula che, con delibera comunale, ha manifestato il proprio supporto teso a valorizzare un territorio che non ha rivali in fatto a storia, arte e siti monumentali”. E’ quanto ha dichiarato il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello, a margine dell’approvazione all’unanimità della risoluzione da lui promossa in Commissione regionale Cultura.

LEGGI ANCHE  Avellino, ricatti osè anche a un prete: condannati due giovani

 

“Nel corso dell’audizione di oggi, abbiamo definito una serie di iniziative da mettere in campo per promozionare e valorizzare il progetto di candidatura denominato dagli organizzatori “Cultura non isola”, a partire da una campagna promozionale che partirà già nelle prossime settimane e vedrà la partecipazione attiva di artisti e operatori del mondo dello spettacolo. Alla Regione chiediamo inoltre di farsi promotrice di incontri on line e dibattiti all’insegna della promozione del progetto, facendosi promotrice di una rete tra i comuni finalizzata a realizzare un percorso fatto di tappe ed eventi tra siti e luoghi storici della nostra regione che saranno idealmente e fisicamente uniti all’isola di Procida. Un’opportunità enorme che, sull’esempio del successo di Matera, non potrà che riverberarsi positivamente su tutto il territorio regionale”.

Tonnellate di rifiuti speciali pericolosi smaltiti illegalmente in provincia di Salerno

Notizia Precedente

De Luca annuncia: ‘In Campania sarà vietato andare nelle seconde case’

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..

;