Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Caserta e Provincia

Sgominata la baby gang delle rapine ai distributori di benzina di Napoli e Caserta

Pubblicato

il

napoli in isolamento trovato per strada


Sgominata la baby gang delle ai di Napoli e Caserta.

 

La Polizia di Stato di Caserta, ha eseguito nella nottata odierna, un provvedimento restrittivo su 4 soggetti, due dei quali minorenni, componenti di un banda specializzata nelle in danno di distributori di carburanti tra il casertano e il napoletano. Gli arresti sono stati disposti, rispettivamente, dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere con decreto di fermo e dal Tribunale per i Minorenni di Napoli – Sezione del gip con ordinanza di custodia cautelare in istituto penitenziario su richiesta della locale Procura per i Minorenni.

Le indagini, coordinate da entrambe le Procure citate, sono state avviate nell’agosto di quest’anno e condotte dalla Squadra Mobile di Caserta a seguito di numerosi “assalti” messi a segno “in serie” in danno di distributori di carburanti. Il primo episodio accertato risale al 20 agosto scorso quando il gruppo criminale, composto dai quattro individui di cui due travisati con mascherine chirurgiche e con pistole giocattolo alla mano, ha aggredito l’addetto all’erogazione di benzina di un distributore, sito sulla Statale Appia Antica a Caserta, sottraendo 1.500 euro in contanti.

Nel corso dell’indagine e’ emerso come la banda si sia resa responsabile di altre 5 a mano armata, perpetrate sempre con lo stesso modus operandi, in danno di altrettanti distributori di carburanti: una a Castel Volturno  il 5 luglio, una a Napoli nel quartiere Capodimonte il 22 agosto, una nuovamente a Castel Volturno solo 2 giorni dopo, una in Giugliano in Campania  ancora a distanza di due giorni (il 26 agosto) ed una in in San Marco Evangelista il 28 agosto.

L’escalation criminale e’ culminata, la notte del 30 agosto scorso, in un assalto in danno del titolare di una pizzeria di Castel Volturno. L’uomo, dopo la chiusura del locale, e’ salito in macchina per rientrare a casa ma, dopo aver percorso pochi metri, ha trovato la via sbarrata da alcuni mattoni posizionati di proposito sul manto stradale. Dalla radura circostante, sono usciti i rapinatori che hanno immobilizzato l’imprenditore sotto la minaccia di armi, quindi lo hanno malmenato e derubato di un borsello contenente denaro ed effetti personali.

L’indagine, condotta a ritmi serrati e in stretta collaborazione tra la Procura di Santa Maria Capua Vetere e la Procura per i Minorenni di Napoli, ha permesso di identificare i responsabili delle violente rapine: due sedicenni, un ventunenne ed un trentacinquenne che, peraltro, durante gli assalti ai distributori era gia’ sottoposto agli arresti domiciliari per altri reati predatori commessi in passato. Questa mattina, all’alba, la Polizia di Stato ha dato esecuzione ai provvedimenti giudiziari, con l’arresto dei 4 giovani ora ristretti in carcere.


PUBBLICITA

Caserta e Provincia

Numerosi sindaci della provincia di Caserta prorogano la chiusura delle scuole

Pubblicato

il

scuole caserta

Sono numerosi i sindaci del Casertano che hanno deciso di prorogare la chiusura delle scuole, nonostante la Regione Campania si avvii a permettere il riavvio delle attivita’ in presenza nell’infanzia e nelle prime classe delle elementari, dando comunque la possibilita’ ai Comuni di attuare misure piu’ restrittive.

Ed e’ proprio questa facolta’ che molti primi cittadini stanno sfruttando per evitare il ritorno tra i banchi e provare a contenere la diffusione del contagio. Hanno deciso la proroga della chiusura il sindaco di Aversa Alfonso Golia, e via via anche gli altri sedici sindaci dell’agro-aversano stanno facendo lo stesso (per ora lo hanno fatto Teverola, Carinaro, Lusciano); anche in altre aree della provincia sara’ seguita la dtessa strada, come a San Nicola la Strada e Falciano del Massico. Golia ha disposto con ordinanza “la sospensione della attivita’ didattica in presenza fino al prossimo 3 dicembre, data in cui e’ prevista la scadenza della zona rossa, seguendo quanto era gia’ stabilito dall’ordinanza 90 della regione Campania fino ad oggi”; una scelta presa tenuto conto del “quadro epidemiologico nella nostra citta'”, con oltre il 2% della popolazione contagiato, ovvero piu’ di 1200 le persone attualmente positive, record nel Casertano.

“In questo particolare momento – spiega in una nota Golia – la prudenza resta un obbligo imprescindibile per tutti noi. Chiedo a tutta la comunita’ scolastica di resistere ancora un po’ sperando che la curva dei contagi nella nostra citta’ cali. Un caro saluto agli studenti e alle loro famiglie” conclude il sindaco di Aversa

Continua a leggere

Le Notizie più lette