Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Napoli: in pochi sul lungomare malgrado il clima mite

Pubblicato

il

lungomare,napoli


Pochi i napoletani sul lungomare rispetto alla settimana scorsa e consistenti unita’ delle forze dell’ordine che invitano a tenere le distanze e a indossare la mascherina.

Si presenta cosi’ ora la zona – alla vigilia del via alla zona rossa in Campania da domani – che negli ultimi week end era apparsa sempre gremita. Malgrado il clima dolce i napoletani, forse ormai rassegnati alle ulteriori restrizioni in arrivo, non hanno affollato Via Caracciolo e le altre strade in prossimita’ del lungomare. Anche il traffico veicolare appare scorrevole. Un po’ piu’ affollati i bar per il consueto aperitivo di fine mattinata. Poca gente a passeggio, nonostante il clima mite, tranne qualche eccezione, come la zona di Chiaia o il quartiere collinare del Vomero. Nelle aree individuate dalla prefettura a maggior rischio assembramento, dal lungomare al Plebiscito, passando per il centro storico, lo scenario e’ molto differente da quello visto una settimana fa, quando si e’ registrata molta folla.

Le forze dell’ordine presidiano i luoghi piu’ frequentati, ma nella maggior parte dei casi non e’ necessario alcun intervento. Sono semivuoti i tavolini dei bar di piazza Trieste e Trento, molti dei quali hanno terminato le scorte di stuzzichini perche’ negli ultimi giorni avevano preferito non rifornirsi, prevedendo misure piu’ restrittive. Anche il lungomare, preso d’assalto sabato scorso, e’ scarsamente affollato. Il traffico e’ scorrevole sul tratto riaperto alla circolazione dopo la chiusura della Galleria Vittoria e sono quasi deserti i tavoli all’aperto dei ristoranti e delle pizzerie, con i titolari e i camerieri che attendono all’esterno dei locali l’arrivo di qualche cliente. Non c’e’ folla neanche nella zona dei Decumani, nonostante i vicoli stretti diano l’impressione di un maggiore afflusso. Molto affollate, invece, le principali vie del Vomero, in particolare piazza Vanvitelli, via Scarlatti e via Luca Giordano. I tavolini dei bar sono pieni, il traffico e’ congestionato e all’esterno di alcuni supermercati si rivedono le file che richiamano alla mente il periodo del lockdown.

Anche per le vie di Chiaia, normalmente molto frequentate per lo shopping, c’e’ un discreto flusso di persone, mentre i negozi sono poco affollati. Tra i commercianti c’e’ chi e’ stato preso alla sprovvista e in queste ore si sta informando su quello che accadra’ da domani. Una donna che gestisce un esercizio di rivendita di biancheria ricamata di pregio racconta come il suo commercialista stamattina l’abbia avvisata del fatto che puo’ restare aperta e, se vende mutandine o una camicia da notte ai clienti, questi possono portarle con se’, ma se la vendita riguarda una tovaglia o asciugamani c’e’ l’obbligo della consegna a casa. “Anche se c’era il sentore dell’introduzione di misure piu’ restrittive per la Campania – racconta – fino alle 17 di ieri nessuno ha potuto organizzarsi e tuttora c’e’ molta confusione”. C’e’ anche chi, come lo storico Caffe’ Gambrinus, ha deciso di abbassare la serranda gia’ da una settimana, quando la regione era ancora in zona gialla, in attesa di tempi migliori. “Siamo allo stremo delle nostre possibilita’ – spiegava Antonio Sergio, uno dei titolari – con l’aumento dei contagi la gente non entra e non si siede ai tavolini. Per la prima volta nella nostra storia, siamo stati costretti a mettere 15 dipendenti in cassa integrazione”.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Maradona, anche oggi il pellegrinaggio sugli ‘Altari’ di Napoli e ne spunta un altro alla Sanità

Pubblicato

il

maradona altari napoli

Maradona, anche oggi il pellegrinaggio sugli ‘Altari’ di Napoli e ne spunta un altro alla Sanità.

Anche il Rione Sanita’ ha il murales di Maradona realizzato dal writer Raffo Art in uno dei vicoli del quartiere natale di Toto’. Il volto di D10s, alto alcuni metri, e’ quello austero e smunto degli anni dello scudetto. ” Un mio personale tributo al campione dei campioni – dice Raffo mentre da gli ultimi ritocchi ad un Vesuvio in fase di eruzione che completa il murales – ma anche un dono al popolo dei tifosi di questo rione legati come pochi al mito Maradona “. ” Maradona – gli fa eco uno dei tifosi che con altri assiste alla realizzazione del murales – era e restera’ sempre uno di noi”. Da un balcone parte amplificato’ l’ “o’ mamma, mamma, mamma” che gli ultras dedicavano a Maradona durante le partite e la piccola folla in strada si lascia subito coinvolgere nel coro.

 

Fiori, candele, condivisione di ricordi: è continuato anche oggi il lutto dei napoletani per la morte di Diego Armando Maradona nei tre luoghi che sono diventati simbolo di questa commemorazione; Piazza del Plebiscito, stadio e Quartieri Spagnoli. In Piazza del Plebiscito la gigantografia di Diego e’ ancora li’ e tanti sono i napoletani che passano a visitarla lasciando un fiore o un ricordo. L’enorme ritratto posizionato davanti all’ingresso di Palazzo Reale verra’ smontato nei prossimi giorni, forse anche stasera in vista dell’allerta meteo prevista per domani. L’allerta meteo ha portato oggi anche il Comune di Napoli a cominciare la rimozione dei cimeli che i tifosi hanno messo davanti alla Curva B dello stadio San Paolo, meta anche oggi di tanti tifosi che hanno voluto ricordare personalmente Maradona scomparso a migliaia di chilometri di distanza ma che i napoletani hanno sentito vicinissimo.

I ricordi saranno postati dal Comune di Napoli in una sala all’interno dello stadio San Paolo dove presto i napoletani potranno andare a portare ancor ala loro testimonianza. Ma i tifosi continuano a recarsi anche all’altare allestito ai Quartieri Spagnoli davanti al murales di Maradona realizzato dopo il primo scudetto del Napoli. A quell’altare domani e’ attesa anche una delegazione della Roma, che viene a Napoli per il match di campionato contro gli azzurri, guidata da Bruno Conti che andra’ a rendere omaggio a Diego.

Continua a leggere

Cronaca Napoli

Napoli sorride con il Superenalotto: vinti 637mila euro con un 5+. LE QUOTE

Pubblicato

il

Napoli sorride con il Superenalotto

Napoli sorride con il Superenalotto: vinti 637mila euro con un 5+.

Nessun 6 al concorso odierno del Superenalotto ma un ‘5+1’ è stato centrato nel concorso di oggi. La vincita da 637.373 euro è stata realizzata a Napoli presso il punto vendita Belle arti bar nel centro storico della città Il jackpot a disposizione del 6 per il prossimo concorso sale a 71.200.000 euro.

Questa la combinazione vincente al concorso di oggi del Superenalotto: 12 – 29 – 61 – 81 – 87 – 90. Numero Jolly: 20. SuperStar: 77.

Queste le quote del Concorso Superenalotto/SuperStar n.125 di oggi:

Superenalotto

Punti 6: NESSUNO

Punti 5+: 1 totalizzano Euro: 637.373,72

Punti 5: 4 totalizzano Euro: 51.480,19

Punti 4: 619 totalizzano Euro: 338,46

Punti 3: 26.706 totalizzano Euro: 23,63

Punti 2: 407.824 totalizzano Euro: 5,00

SUPERSTAR

Punti 6SB: NESSUNO

Punti 5+SB: NESSUNO

Punti 5SS: NESSUNO

Punti 4SS: 1 totalizzano Euro: 33.846,00

Punti 3SS: 133 totalizzano Euro: 2.363,00

Punti 2SS: 1.907 totalizzano Euro: 100,00

Punti 1SS: 12.855 totalizzano Euro: 10,00

Punti 0SS: 26.956 totalizzano Euro: 5,00

Vincite Immediate: 15.221 totalizzano Euro: 380.525,00

Montepremi disponibile per il prossimo 6 Euro: 71.200.000,00

Continua a leggere

Le Notizie più lette