Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Benevento e Provincia

Mastella: ‘Benevento non merita zona rossa, de Magistris a Napoli non ha fatto nulla’

Pubblicato

il

mastella,benevento,zona rossa


 “Sono arrivati colpi chirurgici di chiusura. Mi e’ sembrata irrituale la decisione mentre alcune province interne non hanno nulla a che vedere con il contesto di Napoli”.

Lo ha dichiarato il sindaco di Clemente intervenendo nella trasmissione “Barba e capelli” condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc Targato Italia. Sulla situazione nel capoluogo sannita sottolinea: “a abbiamo 250 contagi in citta’, 1.400 in tutto nella provincia e 2 morti in una settimana. Siamo in fondo alla classifica come contagio. Avevo gia’ messo in campo varie restrizioni prima della sia sulla movida che sul passeggio in centro, a differenza di Napoli, dove nessuno ha fatto nulla, io non sono stato con le mani in mano. Ho adottato misure impopolari ma l’ho per la sicurezza dei miei concittadini”. Infine sullo scontro tra De Luca e il sindaco chiarisce: “e’ sempre una brutta storia quando c’e’ conflitto tra le istituzioni. Il sindaco di Napoli non ha preso pero’ alcun tipo di misura di fronte a 2.500 contagi. Sono decisioni che doveva prendere lui”.

Benevento e Provincia

Benevento: la ricandidatura di Mastella spacca il Pd

Pubblicato

il

Benevento,Mastella

La riserva e’ sciolta gia’ da tempo. Clemente correra’ per il secondo mandato di sindaco a . Ma non avra’ la stessa coalizione che cinque anni fa lo porto’ a vincere la sfida con l’ex vicesindaco di Pd, Raffaele Del Vecchio. Nel 2016 l’ex guardasigilli, che tornava alla politica attiva dopo un periodo di silenzio, aveva l’appoggio di tutto il centrodestra e dopo un anno decise addirittura di entrare in Forza Italia.

Per la prossima primavera, forte dell’esperienza alle ultime elezioni regionali con 100mila voti raccolti e 2 consiglieri eletti con la lista ‘Noi Campani’, sta lavorando alla costruzione di un centrosinistra aperto anche a formazioni civiche. Ha gia’ incassato l’appoggio del Psi, dopo un incontro con il segretario nazionale Enzo Maraio e conta su una parte del Pd. Non tutti i democratici sono infatti favorevoli a un’alleanza organica con l’ex ministro del governo Prodi e un fazione lavora a un accordo con il Movimento 5 Stelle per una candidatura comune.

Ma anche tra i pentastellati i giochi sono tutt’altro che fatti. Il Movimento e’ alle prese con il programma elettorale, oltre che con una forte opposizione in consiglio comunale al sindaco uscente. E, assicurano, le candidature passeranno al vaglio degli attivisti con il consueto voto elettronico. Nel centrodestra la strada e’ sicuramente piu’ lineare. L’accordo tra Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia e’ ormai certo.

Un po’ meno la scelta del candidato sindaco, che secondo gli accordi dovrebbe cadere su un esponente del partito di Giorgia Meloni. In pole per la sfida a Clemente ci sarebbe il segretario provinciale di FdI Federico Paolucci. Sarebbe la prima volta di un candidato di destra, dopo Pasquale Viespoli, eletto con Alleanza Nazionale 20 anni fa


Le Notizie più lette