Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Campania

Imprenditore ucciso dai Casalesi, 30 anni al killer del clan ancora libero

Pubblicato

il

casalesi


La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione per l’esponente del clan dei Casalesi Francesco Cirillo, che era accusato di aver fatto parte del commando di killer che uccise il 16 maggio del 2008 a Castel Volturno, l’imprenditore Domenico Noviello.

“Finalmente giustizia è fatta, dopo 12 anni dalla morte di mio padre si è chiuso il capitolo giudiziario” commenta Mimma Noviello, figlia dell’imprenditore, che insieme ai fratelli Matilde, Rosaria e Massimiliano, ha sempre assistito a tutte le udienze dei processi nei vari gradi, guardando sempre in faccia gli assassini del padre. “Non è stato facile trovarsi di fronte Cirillo ad ogni udienza, alla fine abbiamo avuto ragione” dice …..
CLICCA QUI PER DIVENTARE UN SOSTENITORE E LEGGERE CONTENUTI ESCLUSIVI
casalesi

Continua a leggere
Pubblicità

Napoli e Provincia

Napoli, rapinatori seriali di alberghi e distributori di benzina catturati dai carabinieri

Pubblicato

il

Napoli,rapinatori seriali

Napoli, rapinatori seriali di alberghi e distributori di benzina catturati dai carabinieri. Tre rapine in 2 mesi. In un’occasione fu esploso anche un colpo. Carabinieri arrestano 2 uomini.

Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i Carabinieri della Stazione di Napoli – Poggioreale hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di 2 persone di anni 35 e 22, residenti in Casal di Principe per rapine commesse in Concorso.
Le attività investigative, supportate dalle immagini di videosorveglianza e riscontrate anche da elementi fomiti da persone informate sui fatti, hanno consentito di ricostruire un grave quadro indiziario nei confronti degli indagati che, secondo l’ipotesi accusatoria avvalorata dal GIP, si sono resi responsabili, tra i mesi di febbraio e marzo dello scorso anno, di tre rapine nei comuni di Napoli, Casoria  e Casalnuovo di Napoli.

In particolare dalle indagini sono stati raccolti elementi in ordine al modus operandi degli indagati che – a bordo di un’autovettura Mercedes di colore bianco, con il volto travisato da passamontagna e facendo uso di armi – ponevano in essere le condotte delittuose, in orario notturno, ai danni di due persone, rispettivamente addette alla portineria di due hotel ubicati in Napoli e Casoria, nonché di un dipendente di un distributore di carburanti in Casalnuovo di Napoli. In questa ultima circostanza gli indagati esplosero anche alcuni colpi di arma da fuoco durante la fuga.

Ulteriori elementi a carico degli indagati si sono avuti proprio dalla successiva comparazione balistica del bossolo estratto dalle lamiere della tettoia del distributore con le armi utilizzate dai medesimi in occasione di altra rapina posta in essere nel territorio di questo circondario, episodio per il quale venivano tratti in arresto in flagranza di reato ed erano già sottoposti alla misura cautelare degli arresti in carcere.

Continua a leggere

Le Notizie più lette