Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy



Curiosita e Passatempo

Olimpiadi e soldati romani: le origini inaspettate del gioco

Pubblicato

il

olimpiadi e soldati romani


Storia ed evoluzione del gambling moderno

 

Le origini dei più famosi giochi moderni spesso sono avvolte dal mistero, tanto che in molti casi è difficile ripercorrerne gli sviluppi nel tempo. Per questo LeoVegas ha creato l’infografica “Paese che vai, gioco che trovi: storia e origini dei giochi più famosi nel mondo così da analizzare le varie tappe storiche del gioco.

 

 

Le prime testimonianze risalgono addirittura ai tempi della Grecia e dell’Antica Roma: durante le Olimpiadi nacquero le prime scommesse sportive, mentre i romani, oltre a giocare durante i Saturnali, crearono un gioco simile a una ruota della fortuna. Altre due tappe fondamentali in questo percorso storico sono la diffusione del Caturanga nell’India del VI secolo, l’antenato più simile ai moderni scacchi, e l’invenzione della carta nell’Asia del X secolo, fondamentale per la nascita del gioco di carte più antico al mondo, il Ganjifa.

olimpiadi e soldati romani

 

Bisogna però attendere il 1400 per le prime testimonianze di carte da gioco in Europa, dove arrivarono grazie agli scambi con il Medio Oriente: le nostre carte da gioco odierne derivano quindi da quelle utilizzate dai Mamelucchi, che giocavano con mazzi da 52 carte divisi in 4 semi.

 

Poker, roulette e blackjack: le origini di quelli che sono i giochi oggi più diffusi risalgono al periodo tra il XVI e il XVIII secolo tra Italia, Persia e Francia. Proprio nel nostro Paese è stato inaugurato nel 1638 il primo casinò, ovvero il Ridotto di Venezia.

 

Infine, più recenti sono la nascita delle slot machine (fine 800) e delle video slot (anni ‘70) e lo sviluppo del Texas Hold’Em che dagli anni ’60 ha spopolato in tutto il mondo. Arrivando ai giorni nostri, l’ultima tappa di questo percorso storico sono le piattaforme web e il gioco online, compresa la modalità live che ha trasformato ulteriormente il mondo del gambling.

olimpiadi e soldati romani

 

Continua a leggere
Pubblicità

Curiosita e Passatempo

Come ottimizzare traslochi e trasporti con i preventivi online

Pubblicato

il

La necessità di rivolgersi ad un’azienda di trasporti e traslochi può riguardare molte situazioni, dal trasferimento della propria abitazione, di un ufficio o della sede di un’azienda, al trasporto di un oggetto molto pesante e ingombrante, quale può essere una cassaforte, uno strumento musicale, un’opera d’arte o perfino un autoveicolo, presso una determinata sede.

Ad esempio, può verificarsi l’esigenza di portare un mobile o un elettrodomestico in una seconda casa, oppure di avere acquistato una macchina per l’ufficio ma di non disporre di un furgone per il trasporto, o ancora di dover trasportare il materiale per un lavoro di imbiancatura e ristrutturazione, e altre situazioni simili.

In tutte queste occasioni, la soluzione migliore è quella di richiedere l’intervento di uno specialista: rivolgersi ad un’impresa di trasporti competente ed esperta significa affidarsi ad un partner professionale ed evitare qualsiasi tipo di problema o di imprevisto durante le operazioni di movimentazione di merci, mobili e materiali. Per conoscere le caratteristiche di un servizio di trasporti, e avere informazioni precise sui costi, si consiglia di chiedere innanzitutto un preventivo online per trasloco di Sinibaldi, ditta leader nel settore che, sul proprio sito web, mette a disposizione dell’utente un form in cui inserire il luogo di ritiro e di consegna e gli oggetti da trasportare.

Trasporti di oggetti delicati e ingombranti

 

Quando l’esigenza è quella di trasportare un oggetto di valore, molto pesante e, nello stesso tempo, ingombrante e delicato, chiedere l’intervento di uno specialista è indispensabile. Oggetti preziosi e fragili come mobili di antiquariato, pianoforti, sculture e opere d’arte, così come elettrodomestici di grandi dimensioni, richiedono necessariamente attrezzature professionali e conoscenze specifiche.

In queste situazioni, si sconsiglia sempre di ricorrere a metodi fai da te, ad esempio noleggiare un furgone, in quanto si tratta di trasporti complessi, che necessitano non solo di un mezzo di trasporto idoneo, ma anche di materiale per imballaggio che garantisca la massima protezione e di strumenti per la movimentazione in grado di evitare qualsiasi rischio di incidenti.

Spesso per questo tipo di trasporti è necessario inoltre utilizzare autoscale o piattaforme aeree, soprattutto se l’ambiente di destinazione si trova ad una quota relativamente elevata. Con questi strumenti si evita di ingombrare a lungo l’ingresso e le scale di un edificio e si può lavorare con la massima sicurezza, anche in ambienti di difficile accesso e in assenza di ascensore.

Il preventivo online viene calcolato sulla base di uno specifico oggetto o di un servizio di trasloco completo, per permettere ad un utente di avere subito un’idea ben precisa sulla spesa che dovrà sostenere.

Traslochi di aziende e abitazioni rapidi e sicuri

 

Anche per quanto riguarda un trasloco, sebbene possa essere di piccole dimensioni, è sempre consigliabile rivolgersi ad un’impresa. Questo perché il trasloco non richiede semplicemente di avere a disposizione un automezzo adatto, ma anche di procedere con una serie di operazioni correlate al carico, scarico e trasporto di mobili, accessori e oggetti di diverso genere.

Soprattutto per il trasloco di uffici e ambienti di lavoro, è importante prestare attenzione ad ogni minimo dettaglio: dall’imballaggio perfetto di mobili, macchine, computer e schedari, alla collocazione in perfetto ordine nell’ambiente di destinazione, al corretto smaltimento di eventuali elementi inutilizzati e di tutto il materiale usato per l’imballo.

Inoltre, occorre considerare anche tutte le questioni burocratiche e amministrative: quando i traslochi riguardano un centro storico cittadino, oppure una distanza su territorio internazionale, è necessario richiedere permessi e autorizzazioni specifici alle autorità di riferimento.

Rivolgersi ad un professionista è una scelta valida, in quanto permette di non pensare a nulla, se non a decidere la data del trasloco e a stabilire, in accordo con l’impresa, le tempistiche da rispettare.

 

 

Continua a leggere

Curiosita e Passatempo

L’igiene quotidiana del cane: consigli e regole da rispettare

Pubblicato

il

igiene quotidiana del cane

La cura e la bellezza dei nostri amici a quattro zampe presuppongono una certa attenzione per la loro igiene. Per rendervi il compito più facile, vi proponiamo alcune soluzioni semplici e funzionali che vi aiuteranno a gestire al meglio la questione pulizia.

 

Una volta insediato in casa, il cane avrà bisogno di cure e attenzioni specifiche a seconda della razza, dello stato di salute generale e dell’età. In questo post troverete alcuni utili consigli per approntare una corretta routine di igiene, che passi attraverso la pulizia di orecchie, denti, occhi, zampe e pelo.

 

Le zampe

 

Quando si porta il cane a spasso, la prima cosa da fare al rientro è esaminare le sue zampe per controllare che sui cuscinetti non ci siano lesioni dovute al contatto con oggetti appuntiti o taglienti. Bisogna anche verificare che negli spazi interdigitali non si siano conficcati forasacchi provenienti da graminacee o altre piante da prato, visto che potrebbero penetrare in profondità nei tessuti cutanei e provocare gravi ferite interne.

 

Inoltre, se il cane viene portato a spasso in zone innevate, una volta tornati a casa è importante sciacquare le zampe con acqua tiepida per evitare che il freddo e l’aggressività del sale depositato sulle strade generino fastidiose screpolature o irritazioni.

 

Il taglio delle unghie

 

Un altro aspetto molto importante relativo alla cura e all’igiene del proprio animale domestico è il taglio periodico delle unghie. Proprio come per gli esseri umani, anche nel cane la loro crescita è continua, anche se in genere le normali attività giornaliere dovrebbero garantirne la naturale limatura. Qualora questo non avvenga sarà necessario tagliarle con una tronchesina apposita, facilmente reperibile nei negozi di animali o sul web.

 

Il problema, però, è che alla base del letto ungueale sono ubicati i vasi sanguigni che irrorano le dita, quindi al momento del taglio è importante prestare molta attenzione a non reciderli per evitare sanguinamenti e lesioni.

 

Nel caso in cui la zampa inizi a sanguinare, sarà necessario applicare sulla zona un po’ di acqua ossigenata ed effettuare una piccola fasciatura per proteggere la ferita da sporco e polvere. In casi estremi si può ricorrere a un cono per cani (noto anche come collare elisabettiano), per impedire che l’animale lecchi la lesione o si strappi la medicazione a morsi.

 

L’igiene orale

 

Analogamente a quanto detto per unghie e zampe, anche l’igiene orale è un aspetto che non va assolutamente trascurato. La prima cosa da fare è verificare che sulle labbra non ci siano spaccature o arrossamenti che potrebbero indicare la presenza di un’infezione più o meno grave a livello delle pliche.

 

Inutile dire che i denti devono risultare bianchi e privi di tartaro, ma visto che raramente i cani si prestano volentieri alla manipolazione della bocca, per una pulizia più completa e approfondita del cavo orale è sempre meglio chiedere aiuto al proprio veterinario di fiducia.

 

Al padrone, invece, viene demandato il delicato compito di effettuare, almeno due o tre volte la settimana, un’accurata spazzolatura delle arcate dentali con uno spazzolino specifico e un dentifricio studiato appositamente per questo tipo di interventi.

 

In vendita, inoltre, si possono trovare anche delle apposite compresse masticabili e dei bastoncini morbidi che aiutano a prevenire la formazione del tartaro grazie alla loro azione meccanica sui denti durante la masticazione.

 

Gli occhi e le orecchie

 

Per quanto riguarda occhi e orecchie, anche qui è richiesta una certa cura e attenzione da parte del padrone, che dovrà provvedere periodicamente a una loro regolare pulizia. Per garantire benessere e igiene al proprio amico a quattro zampe sarà necessario applicare a giorni alterni un collirio specifico che aiuti a detergere la zona oculare senza irritare o infastidire il cane, mentre per una corretta pulizia delle orecchie bisognerà rimuovere peli e cerume regolarmente con l’aiuto di un batuffolo di cotone imbevuto di detergente auricolare.

 

Non solo, dal momento che le orecchie sono il luogo prediletto dei forasacchi, se il cane dovesse scuotere la testa in modo incoercibile a causa della presenza di qualche corpo estraneo nel condotto uditivo, occorrerà rimuoverlo tempestivamente con una pinzetta da depilazione o lasciare l’esecuzione della manovra al veterinario qualora la spighetta si trovi troppo in profondità.

 

La cura del pelo

 

Come facile dedurre, la salute di un cane si riflette anche sul mantello, che andrà pulito e spazzolato con una certa regolarità per rimuovere lo sporco ed evitare che in periodo di muta vengano disseminati fastidiosi peli in giro per casa.

 

Sebbene della toelettatura se ne occupino principalmente i professionisti, che sono in genere provvisti di attrezzature specializzate, ciò non toglie che il padrone debba strigliare il manto del proprio animale una volta la settimana se ha il pelo raso e ogni due giorni in caso di mantello fitto e lungo.

 

In questo modo, non solo si eviterà la formazione di antiestetici nodi difficili da sciogliere successivamente, ma sarà possibile rimuovere la forfora e i peli morti che potrebbero dare fastidio al cane e compromettere la sua igiene.

 

Continua a leggere

Le Notizie più lette