Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Calcio Napoli

De Siervo: ‘Juve-Napoli? Carte non consentivano lo spostamento della partita’

Pubblicato

in

giudice sportivo


De Siervo: ‘Juve-Napoli? Carte non consentivano lo spostamento della partita’

“La nostra mission è finire il campionato. Come Lega non potevamo rimandare la gara tra Juve e Napoli. Il protocollo funziona, tutti rispettano le regole, ma a Napoli come emerge dagli atti c’è stato un cortocircuito. La Lega Serie A non c’entra nulla”. Lo ha detto l’ad della Lega Serie A ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli tornando sul 3-0 a tavolino assegnato ai bianconeri dal giudice sportivo. Il nostro obbligo è rimanere soggetti terzi. Le carte non consentivano di spostare la partita – ha aggiunto – Dobbiamo andare avanti rispettando il protocollo. Se non finisce il campionato purtroppo fallisce il calcio”.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

L’Asl Napoli 2 precisa: ‘Gli Azzurri non hanno rinunciato prima dello stop’

Pubblicato

in

napoli castel volturno

L’Asl Napoli 2 precisa: ‘Gli Azzurri non hanno rinunciato prima dello stop’.

“Tengo a precisare che tutti gli atti fatti dal dipartimento di prevenzione e dall’unità operativa complessa di epidemiologia sono atti che rispondono alla legge”. Queste le parole del direttore generale ASL Napoli 2 Nord, Antonio D’Amore a Radio Kiss Kiss Napoli: “La legge dice che laddove ci sia una persona positiva si fa un contact tracing e si vanno a valutare quelli che sono stati i contatti stretti, in ambito familiare e in ambito lavorativo. Con comunicazione del venerdì sera da parte del Napoli della positività di Zielinski scatta tutto questo.

E scattano anche le richieste da parte dell’epidemiologia di quelli che erano stati i contatti stretti. Ora questi ultimi devono stare in isolamento per 14 giorni. Anche l’ultimo DPCM che ha variato la quarantena in 10 giorni per i positivi, ha mantenuto i 14 per i contatti stretti. Quindi significa che c’è una valenza scientifica che determina la norma. Così abbiamo comunicato alla Napoli 1 che sul suo territorio c’erano stati contatti stati con una persona positiva. La Napoli 1 a sua volta ha avvisato il calcio Napoli che queste persone andavano messe in quarantena e in isolamento fiduciario.

A questo punto mi sembra che ci fu anche un parere richiesto al capo Gabinetto che non ha fatto altro che ribadire la legge. Se la domanda è: potevano partire lo stesso? Ognuno è responsabile delle proprie azioni. Ronaldo è partito, e non noi sappiamo con chi sia stato a contatto. Se noi dobbiamo accusare chi rispetta le leggi…”

Continua a leggere

Calcio Napoli

Juve-Napoli, Spadafora: ‘Prendo atto della sentenza’

Pubblicato

in

spadafora

Juve-Napoli, Spadafora: ‘Prendo atto della sentenza’

Il campionato non si ferma. Lo ha detto il ministro per lo sport Vincenzo Spadafora intervenendo su Rai Radiouno a “Il Mix delle cinque” in un’intervista a Giovanni Minoli. Continueremo a vedere le partite? “Sì, penso proprio di sì e lo spero e me lo auguro per tutti loro”.

Sugli stadi ancora vuoti, così Spadafora ha risposto a Minoli: “E per adesso sicuramente sì. Le Regioni avevano proposto un 25% rispetto ad un pubblico possibile ma per adesso non possiamo autorizzarlo. Almeno fino al prossimo mese, dobbiamo vedere come andrà la curva dei contagi da qui fino a metà novembre”.

Per Spadafora Cristiano Ronaldo ha violato il protocollo andando e tornando dal Portogallo. “Penso proprio di sì, se non ci sono state autorizzazioni specifiche dell’autorità sanitaria”. Una battuta anche sulla sentenza del giudice sportivo per Juventus- Napoli. “E’ una sentenza di cui prendo atto e vediamo adesso cosa accadrà con il ricorso del Napoli”.

A “Il mix delle cinque” il Ministro Spadafora ha commentato poi così la situazione dello sport amatoriale: “Continua ad essere il motore anche di rilancio in questo momento del Paese nei territori. Noi abbiamo dato soldi paradossalmente in questo momento, allo sport di base che mai aveva visto prima. Non bastano, ne daremo ancora altri perché è il vero motore del Paese”. Alla domanda di Minoli sui bonus di sostegno per gli altri sport, il Ministro Spadafora ha risposto: “Anche per gli altri sport stiamo immaginando dal credito di imposta per le sponsorizzazioni ad altre misure che possano consentire a tutte le discipline sportive di andare avanti in un momento così difficile”

Continua a leggere

Le Notizie più lette