Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social

Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Campania

Covid: docente positivo, chiude istituto nel Sannio

Pubblicato

in



Covid: docente positivo, chiude istituto nel Sannio

Ancora un istituto scolastico chiuso per Covid nel Sannio. Si tratta dell’istituto d’istruzione superiore ‘Lombardi’ di Airola. Il provvedimento e’ giunto a seguito della riscontrata positivita’ di una docente dell’istituto. Per questo motivo, il sindaco di Airola, Michele Napoletano, ha disposto lo stop alla didattica in tutti i plessi per i giorni 13 e 14 ottobre. Gia’ nel pomeriggio e’ iniziata la sanificazione dei locali. Salgono a 232 i contagi da coronavirus nel Sannio, due in piu’ di ieri, con un decesso all’ospedale “San Pio” di Benevento: si tratta di un ottantenne della provincia di Napoli. E’ la quinta vittima del coronavirus per effetto della seconda ondata della pandemia. E proprio in seguito all’aumento dei contagi il prefetto di Benevento Cappetta ha riunito nuovamente in videoconferenza il Centro Coordinamento Soccorsi per monitorare l’andamento epidemiologico da coronavirus sul territorio. Al termine dell’incontro il prefetto ha disposto l’invio di una nota alla Asl e agli Ambiti Territoriali perche’ siano intensificate le necessarie verifiche nelle case di riposo autorizzate in merito all’osservanza delle disposizioni dettate per il contenimento del propagarsi del Covid-19, considerata la estrema vulnerabilita’ degli ospiti e l’esposizione degli operatori, invitando i responsabili a prendere i necessari contatti con la competente Azienda sanitaria per la programmazione del monitoraggio e per il necessario supporto tecnico.

 

Pubblicità

Coronavirus

Somma Vesuviana, altri 109 positivi il sindaco chiede al Prefetto l’invio di forze dell’ordine

Pubblicato

in

Somma Vesuviana. Centonove nuovi casi di contagio al Covid nelle ultime 24 ore nel paese del Vesuviano, dove oggi è anche giunta la notizia del secondo decesso in cinque giorni di un’anziana cittadina, portando a 432 le persone attualmente positive al coronavirus.

 

Lo ha annunciato il sindaco Salvatore Di Sarno, che ha firmato un’ulteriore ordinanza con la quale si raccomanda a tutti i laboratori di analisi presenti sul territorio e che effettuano i tamponi antigenici, “e che non sono tenuti al caricamento nella piattaforma dedicata, di attivarsi per comunicare sollecitamente all’Autorità Sanitaria Locale gli esiti positivi, allo scopo di attivare tempestivamente i protocolli sanitari per contenere quanto più possibile la diffusione del contagio”. Il sindaco ha anche invitato i cittadini ad essere tempestivi nell’invio dell’esito positivo al proprio medico di base, “allo scopo di attivare sollecitamente i protocolli sanitari per contenere quanto più possibile la diffusione del contagio; di segnalare la positività sull’App Immuni; di restare presso la propria abitazione o dimora fino alla comunicazione dell’esito negativo del tampone”. Di Sarno, infine, ha sollecitato il prefetto di Napoli per l’invio di forze dell’ordine per presidiare il territorio

Continua a leggere

Scafati

Scafati. Intervento di Michele Grimaldi su Farmacie comunali

Pubblicato

in

A Scafati un silenzio assordante avvolge il destino delle Farmacie comunali.  Dopo una interpellanza presentata la scorsa settimana dalla coalizione civica “Insieme per Scafati”, Grimaldi ritorna sulla questione.

Michele Grimaldi, capogruppo dei Democratici e Progressisti, ritorna sulla questione delle Farmacie comunali:

“In tempi complessi e difficili come quelli che stiamo attraversando, siamo tutti giustamente preoccupati della la crisi sanitaria, economica e sociale causata dal Covid-19.

Ma questo non deve farci abbassare la guardia rispetto ad altre vicende: spesso nell’emergenza, e nell’ombra, si celano le peggiori scelte ed i peggiori interessi.
Ad esempio lascia davvero perplessi – per usare un eufemismo – il silenzio del Sindaco, dell’Assessore al Bilancio, di quello al Contenzioso e di quello alle Partecipate sulla vicenda delle Farmacie comunali.

Ad oggi continuiamo a non avere notizie sulla convenzione tra il Comune ed il Consorzio Farmaceutico Intercomunale, sul bando di vendita, sulle trattative in atto. E continuiamo ad essere all’oscuro sulle modalità di gestione, sui ricavi, i costi, gli acquisti e l’inventario delle Farmacie di proprietà del Comune.

Nulla si sa sulla sorte dei dipendenti, nulla si conosce nel merito delle trattative tra Comune e Consorzio.
In tutto questi, ancora, lascia maggiormente perplessi – sempre per usare un eufemismo – che nel silenzio del Sindaco, dell’Assessore al Bilancio, di quello al Contenzioso e di quello alle Partecipate, l’unico a parlare pubblicamente sia il Presidente del Consiglio comunale.

Il cui ruolo istituzionale dovrebbe imporre atteggiamenti super partes e soprattutto la non ingerenza nelle vicende operative che riguardano la Giunta.
Ed invece qualche giorno fa il nostro Presidente ha rilasciato una lunga intervista ad un quotidiano locale, entrando nel merito di questioni ancora aperte, come sulla scelta del Comune di pagare un risarcimento al Consorzio di quasi un milione di euro, su di una convezione che solo pochi prescelti conoscono e sulla stima del valore di vendita delle Farmacie stesse.

Su questi argomenti, dopo aver presentato un ordine del giorno aggiuntivo discusso nell’ultimo Consiglio comunale di luglio, come coalizione ‘Insieme Per Scafati’ abbiamo presentato una nuova interpellanza: per chiedere trasparenza su quello che sta accadendo, e per difendere un bene comune della nostra città.”

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/10/scafati-interpellanza-sulle-farmacie-comunali-di-insieme-per-scafati/

Continua a leggere

Le Notizie più lette