Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Politica Campania

Avanzano i lavori del Master Plan Fiume Sarno 

“Avanzano i lavori del Master Plan Fiume Sarno e i controlli sulle aziende e sulle acque del bacino idrografico grazie agli accordi voluti dal Ministro Costa tra Autorità di Bacino e NOE e Università Federico II. Purtroppo la Regione Campania anche va avanti con il Grande Progetto Sarno e lei e solo lei ha la competenza sulla questione e quindi sui documenti necessari alla sua realizzazione, compreso quello relativo alla Valutazione di Impatto Ambientale”, a dirlo è la senatrice pompeiana Virginia La Mura in merito alla recente risposta ottenuta dal Ministero ad una sua interrogazione parlamentare.

Pubblicato

il

master plan fiume sarno


“Avanzano i lavori del Master Plan Fiume Sarno e i controlli sulle aziende e sulle acque del bacino idrografico grazie agli accordi voluti dal Ministro Costa tra Autorità di Bacino e NOE e Università Federico II. Purtroppo la Regione Campania anche va avanti con il Grande Progetto Sarno e lei e solo lei ha la competenza sulla questione e quindi sui documenti necessari alla sua realizzazione, compreso quello relativo alla Valutazione di Impatto Ambientale”, a dirlo è la senatrice pompeiana Virginia La Mura in merito alla recente risposta ottenuta dal Ministero ad una sua interrogazione parlamentare.

I FATTI. “A luglio 2019 presentai una interrogazione parlamentare al Ministro Costa sulla Valutazione di Impatto Ambientale del nuovo Grande Progetto Sarno. Infatti il Progetto, già finanziato nel 2013, aveva ottenuto l’approvazione della commissione VIA-VAS ma con ben 42 pagine di osservazioni cui la Regione Campania si sarebbe dovuta attenere. Fortemente contestato dai cittadini per i suoi interventi altamente impattanti, il Progetto fu ritirato e poi ripresentato nel 2018 ottenendo un aumento dei finanziamenti di 200 milioni e la Regione consideró di prorogare la VIA precedentemente ottenuta in quanto i due progetti non sarebbero stati tra loro diversi. Facendo un confronto, non è difficile accorgersi che così non è, infatti il nuovo Progetto prevede nuove opere altrettanto impattanti per l’ambiente. Purtroppo su questo punto ci si dovrà confrontare con la Regione in quanto ha la competenza sul Progetto e intervenire una volta riscontrate le criticità del procedimento. Con i comitati e i cittadini vigileremo attentamente affinché non ci siano ulteriori danni per un territorio già massacrato e che deve essere sottoposto ad un Progetto che prevede opere quantomeno discutibili.

IL MASTER PLAN FIUME SARNO. “Proseguono i lavori. Il ministero chiarisce che l’obiettivo del Master Plan è quello di definire e programmare uno scenario di misure insieme agli enti locali e declinare un piano di azioni da realizzare in base alle priorità. L’Autorità di Bacino ha comunicato la produzione dei seguenti primi elaborati: – Atlante della caratterizzazione fisico ambientale territoriale e quadro degli interventi in corso; – Schede ricognitive trasmesse agli Enti e riscontrate; – Prima identificazione di misure anche attraverso la predisposizione di schede specifiche per Comune; – Schede attività di sopralluogo.Inoltre, nell’ambito degli accordi con il NOE, sono state individuate circa 600 immissioni di attività umane all’interno del corso d’acqua da verificare mediante specifica attività di campo. Ad oggi risultano investigati circa 37 Km di corsi d’acqua e canali secondari, su cui è stata verificata la presenza di circa 134 immissioni o altre criticità ambientali. Il lavoro per la definizione del Master Plan avanza – conclude La Mura –  Stessa cosa per il Grande Progetto Sarno e le relative opere su cui tutti dobbiamo prestare massima attenzione”.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

De Luca: ‘Polverone mediatico sul nulla. Ho sempre difeso i medici’

Pubblicato

il

de luca,medici
foto dal profilo facebook

“Stiamo assistendo in queste ore a un ennesimo polverone mediatico fondato sul nulla”.

Lo scrive in un lungo post su Facebook il governatore della Campania, Vincenzo De Luca che spiega: “Premesso che abbiamo difeso e tutelato da sempre il lavoro straordinario fatto dal nostro personale sanitario; premesso che nessuno ha neanche citato la categoria degli anestesisti; ci troviamo di fronte, dopo 24 ore, a strani comunicati proposti da soggetti da nessuno chiamati in causa. Pertanto, ribadiamo. Nel corso della periodica riunione con i direttori generali e l’Unità di crisi, è stato segnalato un episodio grave avvenuto nel pomeriggio del 17 novembre. I familiari di un giovane paziente Covid, ricoverato in una clinica privata e per il quale si richiedeva un ricovero in terapia intensiva, segnalavano che dal 118 territoriale arrivavano notizie sulla inesistenza di posti letto liberi. Questa notizia era falsa. I posti letto c’erano. Dopo numerosi interventi da parte dell’Unità di Crisi regionale, il paziente è arrivato in un ospedale di Napoli in tarda serata.

Ancora una volta veniva opposto al personale dell’ambulanza la indisponibilità di posti liberi. Era un’ennesima comunicazione falsa. Tant’è che alle ore 23 il paziente è stato accolto nel posto libero di terapia intensiva. A tutela dei cittadini, dei pazienti, dei loro familiari e a tutela del lavoro e del sacrificio enorme di migliaia di medici e infermieri, è stato disposto di accertare chi aveva mancato al suo dovere elementare, dando notizie non vere. Questo è tutto. Veramente non ci sono parole”. E ripropone il video che ha scatenato polemiche spiegando: “A conferma dell’ennesima strumentalizzazione mediatica ripropongo le parole dette, a tutela del 99 per cento del personale e a tutela dei diritti dei cittadini.

 

Continua a leggere

Cronaca Campania

Gravissime le accuse di De Luca, per il Sumai il presidente regionale sta perdendo il controllo

Pubblicato

il

sumai
Foto da Google

Il Presidente De Luca sta chiaramente perdendo il controllo. Il SUMAI ritiene gravissime le accuse di sottrarsi al proprio dovere ai medici fatte in diretta e condivide in tutto l’intervento di protesta di Silvestro Scotti, Presidente dell’Ordine dei medici di Napoli.

È gravissimo che si cerchino capri espiatori per nascondere le incapacità organizzative del sistema purtroppo dimostrate sul campo, è grave che si aizzi la pubblica opinione contro medici e operatori sanitari in un momento di alta tensione. Gli specialisti ambulatoriali che negli ultimi giorni hanno visto anche deceduti tra le proprie file, esprimono la propria solidarietà a tutti i medici, di tutte le categorie, che ogni giorno rischiano la propria vita per salvaguardare quella degli ammalati, covid e non covid.

Continua a leggere

Le Notizie più lette