Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Attualità

Allarme del capo dei pronto soccorso Covid lombardi: ‘Vicini al collasso’

Pubblicato

il

pronto soccorso lombardi collasso


Allarme del capo dei pronto soccorso Covid lombardi: ‘Vicini al collasso’. Per Guido Bertolini, c’e’ un aumento esponenziale dei contagi.

 

“Il sistema assistenziale soprattutto in alcune aree della Lombardia e’ vicino al collasso. I modelli matematici piu’ accreditati prevedono una crescita degli infetti esplosiva in poco tempo. Solo gli interventi preventivi potranno ridurre l’impatto sulla mortalita’ della popolazione”. Lo afferma Guido Bertolini, responsabile del Coordinamento CoViD-19 dei Pronto Soccorso lombardi, che in un suo appello raccomanda la necessita’ “che tutti i cittadini riducano al minimo i contatti sociali e adottino sempre le piu’ importanti misure di prevenzione: mascherine, distanziamento e lavaggio delle mani”.

“L’aumento repentino dei contagi – continua Bertolini – ha raggiunto il livello soglia che determina uno stress sul sistema ospedaliero”, che significa “fare i conti con un aumento quotidiano ‘esponenziale’ di malati CoViD-19 che arrivano in Pronto Soccorso. Alcuni di loro hanno urgente bisogno di ossigeno per respirare e talora di presidi ventilatori. Ma in molti casi non trovano possibilita’ di ricovero immediato per l’assenza di letti disponibili e restano per 24-48-72 ore (ma a volte ancor di piu’) nell’area del Pronto Soccorso in attesa di una destinazione”. E accanto a questi malati, “molto piu’ che a marzo e aprile – sottolinea Bertolini – vi sono malati non-CoViD, critici e non. Il risultato e’ avere dei Pronto Soccorso in estrema sofferenza con aree sovraffollate, senza il necessario distanziamento”.

 

Per questa situazione il coordinatore dei Pronto Soccorso lombardi chiede alle autorita’ sanitarie di applicare subito “misure piu’ restrittive di contenimento della diffusione del virus nella societa’ almeno nelle aree piu’ a rischio (come Milano) senza indugio”. Perche’ “le ultime misure rappresentano un passo avanti, ma purtroppo non sono sufficienti”. Tra queste, l’istituzione di “centrali operative in grado di prendersi cura dei pazienti al domicilio con tele-monitoraggio e che facciano da filtro territoriale in modo da ridurre il ricorso improprio al Pronto Soccorso”.

E poi “aumentare la ricettivita’ delle strutture di cura per i pazienti meno gravi” e sospendere temporaneamente negli ospedali l’attivita’ assistenziale ‘rimandabile’, cosa gia’ disposta dalla Regione “ma la sua applicazione risulta incerta e non sistematica”. Infine “bisogna che gli ospedali piu’ piccoli e periferici attivino davvero, come ha disposto la Regione, molti piu’ posti letto per quei pazienti Covid-19 che non necessitano di cure avanzate”.

 

Continua a leggere

Cronaca

Furto durante un trasporto di valori in Croazia: arrestati due agenti e un carabiniere napoletani

Pubblicato

il

Pubblicità'

furto valori croazia
foto di repertorio
Pubblicità'

Furto milionario durante un trasporto di valori in Croazia: arresti per due agenti e un carabiniere napoletani. Sono stati arrestati dalla Polizia Croata al confine con la Slovenia.

Due poliziotti in servizio a Napoli e un carabiniere sono stati arrestati al confine tra la Croazia e la Slovenia, dalla Polizia Croata, con l’accusa di furto. I tre rappresentanti delle forze dell’ordine italiani, secondo quanto si apprende, sono stati bloccati dalla Polizia di Buje, mentre erano intenti a superare il confine con l’Italia.

Il provvedimento eseguito dalla polizia croata riguarda complessivamente otto persone. Al momento non si conosce la dinamica del furto in questione che, secondo quanto si apprende, sarebbe avvenuto durante un trasporto di contanti di ingente valore.

Secondo quanto si e’ appreso la somma sottratta ammonterebbe a circa 150mila euro. I destinatari delle misure cautelari notificate dalla polizia croata agli indagati, otto in tutto, tra cui i due poliziotti e il carabinier, sono in attesa della convalida dei provvedimenti da parte dell’autorita’ giudiziaria locale. L’arresto e’ avvenuto ieri sera. Della vicenda si sta occupando l’ambasciata italiana.

Le Notizie più lette