Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Napoli Bike Festival alla IX edizione: successo per la ‘Napoli Obliqua’ in MTB

Pubblicato

in



Bike Festival alla nona edizione: un nuovo modo di vedere la Città. Dal 13 al 27 settembre 2020
“Napoli Obliqua” in

 

 

Si è aperta oggi la IX Edizione del Napoli Bike Festival, versione nuova con eventi diluiti fino a fine settembre.

“Napoli come l’avete mai vista “ è stato il tema della la “Napoli Obliqua” in mountain bike, una pedalata impegnativa, sold out già da diversi giorni, che ha accompagnato i 50 partecipanti nelle viscere della città, per vicoli, salite, discese e tante scale.

I partecipanti partiti bike bar della Bicycle House in Galleria Principe, per quattro ore hanno attraversato la Sanità, fermandosi per gustare le specialità del quartiere come il fiocco di neve di Poppella, sono saliti fin su a Capodimonte, passati nei Quartieri Spagnoli a caccia dei murales dedicati a Totò e poi su a Posillipo per vedere il golfo.
La particolarità di questa pedalata è il passaggio sui gradoni, da quelli del Casale di Posillipo, al Pallonetto a Santa Lucia, a via Cupa Vecchia.
Diverse partecipazioni da fuori regione con due gruppi dalla Puglia, e alcune presenze internazionali grazie a un australiano ed un olandese.

“La #napoliobliqua nasce con la voglia di raccontare la nostra città – come dice Luca Simeone direttore del Festival -. In poche ore, un po’ di km, salite e discese si torna a casa con poche certezze e tante domande. Entri nelle viscere della città, passi dai quartieri popolari a quelli vip, vedi vita, volti, ingiustizie, bellezza. La #napoliobliqua ti offre occhi nuovi. È il racconto che si avvicina di più alla realtà di Napoli”.

Prossimi appuntamenti del Napoli Bike Festival Mercoledì al MANN alle 17 per l’inaugurazione della mostra “Sai andare in bici?”.

Tanti altri appuntamenti consultabili sul sito del Bike Festival, gran finale il 25/26 con uno spettacolo teatrale in bici e poi domenica.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Nera

Portici, badante ruba i gioielli dell’anziana: denunciata dai Carabinieri

Pubblicato

in

Portici: Badante ruba i gioielli dell’anziana: denunciata dai Carabinieri. I Carabinieri della Stazione di Portici hanno denunciato per furto aggravato una 41enne di origine rumena.

 

Una 85enne del posto – bisognosa di continua assistenza – aveva necessità di farsi accudire quotidianamente e aveva trovato finalmente una donna su cui riporre fiducia. La 41enne si era resa disponibile a prendersi cura di lei e di tutto quello di cui aveva bisogno. Peccato però che solo dopo pochi giorni, grazie anche all’attenzione posta dalla figlia dell’anziana, ci si era accorti dell’infedeltà della badante. Da casa erano spariti gioielli e altri oggetti preziosi. Madre e figlia non si sono perse d’animo e hanno chiesto aiuto ai Carabinieri della Stazione di Portici. I militari si sono messi alla ricerca della refurtiva. Dalle indagini e dalle dichiarazioni delle donne è emerso che la prima sospettata fosse la 41enne.

Perquisita l’abitazione della badante, sono stati trovati i gioielli che erano stati trafugati con scaltrezza all’anziana. Erano nascosti all’interno del frigorifero. La refurtiva ritrovata è stata restituita alla legittima proprietaria, soddisfatta dell’operato dell’Arma in particolar modo per il valore affettivo di quei preziosi, oltre che per quello reale.
La 41enne e il compagno convivente 60enne sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere



Campania

Maltempo: a Salerno si fa la conta dei danni, disagi in provincia

Pubblicato

in

 

Maltempo: a Salerno si fa la conta dei danni, disagi in provincia

Mentre il maltempo continua a flagellare la provincia, a Salerno inizia la conta e la verifica dei danni causati dalla tromba d’aria e dai violenti acquazzoni di ieri. Oltre alle decine di alberi caduti e alle automobili distrutte dai grossi arbusti, sono stati sradicati pali in cemento dell’energia elettrica, nonostante avessero fondamenta in cemento armato. Il Comune di Salerno ha convocato il Centro operativo comunale (Coc). Le raffiche di vento, dal mare, sono arrivate alle colline di Giovi. La zona piu’ colpita rimane quella orientale, in particolare Torrione, dove una casa, nei pressi del parco del Galiziano, e’ stata sventrata e, percio’, sono stati allertati i servizi sociali del Comune per offrire un’ospitalita’ agli abitanti, in attesa delle riparazioni. Al momento, non risultano altre inagibilita’, ma si sta valutando comunque di proporre alla Regione Campania la richiesta di stato di di emergenza. Nel capoluogo di provincia campano, le scuole riapriranno lunedi’ prossimo.

Diversi fusti di alberi sono crollati anche in una piazzetta di fronte alla scuola Carlo Alberto Alemagna dove stanno lavorando i tecnici comunali e due imprese private perche’ sia assicurato il ritorno tra i banchi dopodomani. La viabilita’, che ieri ha subito interruzioni a causa degli alberi che invadevano la sede stradale, e’ stata ripristinata. Il bilancio comunale prevede 600mila euro all’anno per la manutenzione del verde urbano (che conta 1milione e 200mila metri quadri di verde a raso), cui si aggiungono 1milione e 200mila euro per la cura dei parchi, chiusi gia’ nella giornata di giovedi’ scorso per le previsione meteorologiche avverse e per l’allerta meteo della Protezione civile. Quanto al risarcimento dei danni ai cittadini, il sindaco Enzo assicura che, qualora dovesse emergere qualche responsabilita’ comunale, “interverremo”. Intanto, in provincia, stamane, e’ rimasto chiuso il plesso scolastico di Bivio Pratole a Montecorvino Pugliano, dove il maltempo ha causato danni agli impianti di scarico posti all’esterno dell’istituto. A Nocera Superiore, ieri, il sindaco ha emanato un’ordinanza precauzionale di sgombero per 18 famiglie di via Cupa Belvedere, zona pedemontana interessata da uno smottamento a seguito delle piogge torrenziali che hanno colpito la citta’ e, piu’ in generale, l’agro nocerino sarnese. La strada e’ interessata da lavori urgenti di pulizia da fango, massi e tronchi d’albero venuti giu’ dalla collina, interessata, una decina di giorni fa, da alcuni incendi. Danni e disagi anche per l’agricoltura, con l’interruzione di molte strade rurali nel Cilento e nell’area del Calore. Divelti alberi secolari nell’agro sarnese nocerino dove si registrano anche diversi impianti serricoli scoperchiati dal forte vento, in particolare a Sarno e San Marzano sul Sarno. La situazione piu’ critica, come segnala Coldiretti, si segnala a Laviano dove ieri sono straripati i Valloni, bloccando la viabilita’ provinciale e rurale. Danni si registrano anche al campo sportivo di Teggiano. Cadute tre grosse alberature anche a Baronissi, dove ieri e’ stato necessario chiudere al traffico via Aldo Moro, dall’incrocio di via Berlinguer all’incrocio di via Cutinelli.

 

Continua a leggere



Le Notizie più lette