Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Manometteva, le casse automatiche della Tangenziale di Napoli: denunciata

Pubblicato

in

tangenziale napoli


: denunciata 55enne per possesso di un coltello con cui manometteva le casse automatiche.

 

Lo scorso del 27 Agosto le telecamere di videosorveglianza della hanno individuato una donna che, in corrispondenza di una pista automatica della barriera di Capodichino, aveva manomesso la cassa self service con un coltello ed aveva ostruito con un chewing gum lo sportello della restituzione delle monete.

Gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Fuorigrotta, reparto dipendente della Sezione Polizia Stradale di Napoli, sono immediatamente intervenuti riuscendo a recuperare il coltello mentre la donna frettolosamente si allontanava a piedi nel senso contrario a quello di marcia.

Stamattina la stessa donna, una 55enne rumena, è stata intercettata nuovamente presso i caselli della barriera di Capodichino ed è stata denunciata per possesso di arma impropria, sanzionata perché circolava a piedi sulla carreggiata autostradale e diffidata ad allontanarsi immediatamente dalla .

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Informativa della Procura sulla guerriglia di Napoli: decine di identificati

Pubblicato

in

Informativa della Procura sulla guerriglia di Napoli: decine di identificati. Al setaccio immagini, volti e targhe. Inquirenti al lavoro.

 

Sono al lavoro per identificare chi si e’ reso protagonista degli scontri di venerdi’ sera a Napoli, gli investigatori della Squadra Mobile e della Digos della Questura, mentre le prime informative sono gia’ sulla scrivania del procuratore Giovanni Melillo, che ha voluto coordinare di persona l’attivita’ investigativa. Al momento gli inquirenti ipotizzano i reati di devastazione, danneggiamento, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Prosegue, intanto, l’analisi delle immagini ricavate dai sistemi di videosorveglianza, per estrapolare volti e targhe ma si sta passando al setaccio anche web e chat. Si ritiene che a determinare gli scontri contro le forze dell’ordine sia stata una miscela eterogenea composta da componenti della criminalita’, da frange estreme della tifoseria e da gruppi antagonisti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Guerriglia a Napoli, il ministro Lamorgese: ‘Attacchi preordinati, indaga la Procura’

Il procuratore nazionale De Raho: ‘L’asse clan-estremisti dietro gli scontri di Napoli

Com’e’ noto la genesi del corteo di venerdi’ risiede nella volonta’ dei commercianti del centro di manifestare il proprio dissenso pacificamente ma, man mano che si ci avvicinava a Palazzo Santa Lucia il “serpentone” si e’ via via ingrossato con l’innesto di personaggi – e’ emerso – che nulla hanno a che fare con il commercio legale. Oltre un centinaio di scooter, inoltre, ha ostacolato l’azione delle forze dell’ordine, circostanza questa che fa ritenere che il tutto sia stato orchestrato proprio per rendere piu’ efficace l’aggressione ai danni delle forze dell’ordine.

Continua a leggere
Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette