Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Giugliano

Giugliano, vìola i domiciliari e nasconde droga in casa. 46enne arrestato dai Carabinieri. Arrestata anche la moglie

Pubblicato

in



. I carabinieri di Varcaturo hanno tratto in arresto per detenzione di a fini di spaccio Joseph Atta Nimoh, 46enne già ai e la moglie Vivian Smith Nyeako di 55 anni, entrambi di origini ghanesi e già noti alle forze dell’ordine.

I militari hanno raggiunto l’abitazione dei coniugi per controllare che l’uomo stesse rispettando la misura dei domiciliari. In casa hanno però trovato solo la donna e perquisita l’abitazione, rinvenuto in camera da letto 93 dosi di marijuana (170 grammi).

L’uomo – denunciato anche per evasione – è stato tradotto al carcere di Poggioreale. La 55enne è stata invece sottoposta ai domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Melito scappa contromano alla vista dei carabinieri: 5 feriti, arrestato 49enne di Giugliano

Pubblicato

in

Melito scappa contromano alla vista dei carabinieri: 5 feriti, arrestato 49enne di .

 

Non solo non si è fermato all’alt dei carabinieri, ma ha anche cercato di scappare guidando contromano a Melito di Napoli. Il risultato? Cinque feriti e un frontale. Il fuggiasco, Luigi Di Nardo di 49 anni, è stato arrestato dai carabinieri.Originario di Giugliano in Campania e già noto alle forze dell’ordine, gli era stato richiesto di fermarsi in via Bakù a Melito dopo un comportamento ritenuto sospetto a bordo della sua auto. Il 49enne ha invece accelerato speronando il mezzo dei militari e guidando contromano a gran velocità.

Nella fuga ha tamponato frontalmente una donna a bordo del suo veicolo, ignara di cosa stesse accadendo, mentre la gazzella ha urtato un’altra auto con a bordo un uomo. Anche con le macchine quasi distrutte il 49enne ha tentato di scappare a piedi zoppicando. Raggiunto da un carabiniere, sceso incolume dall’auto, è stato bloccato e arrestato.

Alla perquisizione è stato trovato in possesso di due dosi di eroina e cocaina.Le cinque persone coinvolte, portate in ospedale, se la caveranno con sette giorni di prognosi e un grande spavento.L’arrestato, una volta medicato da personale del 118, è stato condotto al carcere in attesa di giudizio: le accuse sono di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, danneggiamento e omissione di soccorso.

Continua a leggere



Giugliano

Giugliano, Poziello sulla polemica di Fusco: ‘Il giusto non paghi per il peccatore’

Pubblicato

in

poziello

. “Netta la distanza dalla criminalita’, ma il giusto non paghi per il peccatore”.

 

Cosi’, in una nota, il primo cittadino uscente e candidato alla poltrona di sindaco di Giugliano in Campania, Antonio Poziello interviene sulla presenza del fratello di un esponente di spicco della camorra locale in una delle liste che lo hanno sostenuto alla scorse elezioni. Nel weekend sono in programma i ballottaggi. “I criminali vanno arrestati, – sottolinea Poziello – per i camorristi va buttata la chiave. Noi saremo sempre dalla parte degli imprenditori che denunciano e che fanno arrestare i signori del pizzo. Lo abbiamo gia’ fatto e continueremo a farlo. Senza se e senza ma”. “Ritengo, pero’, che il giusto non possa e non debba pagare per il peccatore, – ribadisce Poziello – che le generalizzazioni siano sempre pericolose, che le scelte di vita divergenti di due fratelli non possano diventare una condanna per chi ha scelto di percorrere ogni giorno con rigore e dignita’ la giusta via”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Bufera a Giugliano: il fratello del boss potrebbe entrare in consiglio comunale

 

“Salvatore Fusco e’ una persona per bene – evidenzia Poziello – un lavoratore impegnato nella tutela dei diritti dei lavoratori. Rappresentante sindacale della CGIL da anni. Noto a tutti quelli che, come me, hanno avuto a che fare col mondo sindacale e sicuramente da tutti quelli che sono anche distrattamente passati dalle parti del municipio per il suo impegno, testardo e tenace”. “Ha la sventura di avere un fratello, che non conoscevo e non conosco, – conclude il sindaco uscente di Giugliano – che ha fatto scelte di vita molto diverse dalle sue, che combattiamo e che ci fanno schifo. Ma Salvatore e’ una bella persona a cui non si puo’ non voler bene. In queste ore e’ finito in un tritacarne, divenuto bersaglio suo malgrado di un linciaggio mediatico per colpe che, per quanto gravi, non sono sue”.

Continua a leggere



Le Notizie più lette