Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Napoli e Provincia

Elezioni comunali: minacciato il segretario dei giovani Dem di Pompei

Pubblicato

in



“La scorsa settimana sono stato bersaglio di alcune telefonate intimidatorie nei confronti miei e dei miei familiari con riferimenti ad atti di violenza gravi nei nostri confronti determinando nella mia famiglia una forte preoccupazione”.

 

Lo scrive sui social Alfonso Coccoli, segretario del Giovani Democratici di Pompei . “Non so chi fosse al telefono – spiega – ma certo le minacce riguardavano il mio impegno politico con riferimenti chiari e precisi all’evento che avevo organizzato la sera prima a Pompei, dove insieme a due candidati al consiglio regionale erano presenti la senatrice Teresa Armato e il segretario della federazione metropolitana di Napoli Marco Sarracino. Ho presentato insieme a Sarracino e al presidente della direzione metropolitana di Napoli, Paolo Mancuso, un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare l’accaduto”.

 

“A 20 anni – spiega ancora Coccoli – e’ una cosa un po’ difficile da affrontare, ma non mi faro’ minimamente intimidire. Per due motivi: il primo e’ che quando ho scelto di intraprendere la strada politica ero consapevole che significava anche questo, dover affrontare situazioni difficili da gestire; il secondo motivo e’ che le minacce ricevute sono un segnale che la battaglia politica che sto portando avanti e’ quella giusta. Mi sono sentito molto protetto dal mio partito e un ringraziamento va sopratutto a loro. Il Pd e’ una grande comunita’ e non perde mai occasione per dimostrarlo”.

Continua a leggere
Pubblicità

Arte e Musei

Aperto al pubblico 23 anni dopo il Museo Archeologico di Stabiae

Pubblicato

in

Aperto al pubblico 23 anni dopo il Museo Archeologico di Stabiae.

Anche Castellammare ha finalmente il suo “luogo delle muse”… Dopo 23 anni di attesa, ai reperti viene finalmente restituita la dignità. Era dal 1997, infatti, che le porte dell’Antiquarium di via Marco Mario a Castellammare di Stabia avevano chiuso ai battenti. Si scrive una nuova pagina per Stabiae, per anni rimasta bianca perché nessuno si curava fino in fondo di cominciare a scrivere, fino a un anno fa circa, quando è stato firmato un accordo tra il Sindaco Gaetano Cimmino e il Direttore Generale dei Musei Massimo Osanna (allora già direttore del Parco Archeologico di Pompei).

I reperti dell’Antiquarium verranno man mano disposti nell’attuale ubicazione, Palazzo Reale di Quisisana e step dopo step verranno aperte sempre più sale (come dichiarato ieri da Osanna e Cimmino). Dunque, questo è solo l’inizio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Castellammare, inaugurato il Museo Archeologico di Stabiae Libero D’Orsi

Museo Libero D’Orsi di Castellammare: sanata una frattura con la storia della città

Durante la giornata di venerd’, nel corso della quale c’è stata l’inaugurazione alla presenza del Sindaco Cimmino, del Direttore Generale dei Musei Osanna, del Direttore degli Scavi di Stabia Francesco Muscolino (nonché nuovo direttore del Museo Archeologico di Cagliari) e di altre personalità illustri, il Sindaco ha conferito la cittadinanza onoraria a Osanna, visivamente emozionato.

Il Museo è, dunque, ufficialmente aperto al pubblico da oggi.

Per quanto riguarda gli orari di apertura:
-estivi 9-19 (con ultimo ingresso alle 18);
-invernali 9-17 (con ultimo ingresso alle 16).

Per i biglietti, invece, bisognerà prenotare sulla piattaforma TicketOne e seguiranno i seguenti prezzi:
-intero €6,00 (+ €1,50 su prevendita online);
-ridotto €2,00 (+ €1,50 su prevendita online);
-gratuità come da normativa (si consiglia di informarsi sul sito ufficiale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo).

La chiusura settimanale sarà il martedì. Per ulteriori informazioni utili si consiglia di visitare il sito ufficiale del parco archeologico di Pompei.

Ivana Rita Afeltra

Continua a leggere



Ischia

Ischia, controlli anticontagio nei locali: due sanzionati

Pubblicato

in

Ischia, controlli anticontagio nei locali da parte dei carabinieri: due sanzionati.

Locali pubblici controllati dai carabinieri sull’isola d’Ischia. Un discobar della zona portuale è stato sanzionato per violazione della normativa anti-contagio.

 

Il titolare non aveva predisposto i controlli obbligatori necessari alla misurazione della temperatura corporea. All’interno del locale non rispettata anche la norma sul distanziamento dei clienti. Ancora nell’area del porto, un club è stato sanzionato con una multa di mille euro per non aver rispettato l’ordinanza comunale che impone l’interruzione della musica entro le 2 di notte.
I controlli saranno intensificati anche nei prossimi giorni.

Continua a leggere



Le Notizie più lette

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?