Coronavirus: nel mondo 58 studi su vaccini, 7 in fase 3

vaccino oxford anziani
google news

Coronavirus: nel mondo 58 studi su vaccini, 7 in fase 3. Iss, in Cina il maggior numero, partecipano 260mila soggetti.

 

Sono 58 gli studi in corso sull’uomo per vaccini anti coronavirus nel mondo, di cui 7 arrivati alla fase 3. Lo afferma l’ultimo aggiornamento dell’infografica prodotta dal Gruppo di lavoro “Trial Clinici” dell’Iss, aggiornata al 14 settembre. Secondo gli esperti il paese che sta conducendo piu’ studi e’ la Cina, che ne ha 15, seguita dagli Usa con 10. Il numero di soggetti che partecipano e’ di circa 260mila, e il tipo di vaccino piu’ utilizzato e’ quello che utilizza un vettore virale o batterico. Per quanto riguarda le terapie invece i test sull’uomo condotti nel mondo sono 1836, e in questo caso ha raggiunto la fase 3 il 16%.

Sono invece 63 gli studi interventistici condotti in Italia (45 autorizzati dall’AIFA), di cui il 92% con uno scopo terapeutico e l’8% con uno scopo preventivo. In Italia 21 studi stanno analizzando l’effetto di immunomodulanti, 9 gli antitrombotici, 7 gli antimalarici, 7 il plasma da convalescenti e 6 gli antivirali. L’infografica elaborata dall’Iss riporta anche un ‘focus’ sul vaccino messo a punto dall’azienda italiana Reitera, oggetto di uno studio coordinato dall’istituto Spallanzani di Roma.

“GRAd-COV2 – si legge – ha dimostrato di essere sicuro e immunogenico nei modelli animali: nel topo immunizzato con una singola dose ha indotto alti livelli di anticorpi neutralizzanti anti-S e una significativa risposta delle cellule T”. I risultati finali su sicurezza e immunogenicita’ nell’uomo, afferma la timeline riportata, sono previsti al massimo per luglio 2021.