Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Caserta e Provincia

Caccia irregolare: scoperti vari illeciti dai Carabinieri Forestale di Caserta I Carabinieri hanno concentrato i controlli sul versante sessano del Monte Massico

Pubblicato

in



Caccia irregolare: scoperti vari illeciti dai Carabinieri Forestale di Caserta. I Carabinieri hanno concentrato i controlli sul versante sessano del Monte Massico

Nei giorni di preapertura dell’attività venatoria, fissati dal calendario venatorio della regione Campania nelle giornate del 02, 05 e 06 settembre 2020, le Stazioni Carabinieri Forestale dipendenti dal Gruppo Carabinieri Forestale di Caserta hanno effettuato diversi servizi mirati al contrasto degli illeciti in materia venatoria.

In particolar modo è stato effettuato un servizio consorziato tra vari Reparti Forestali, sul versante sessano del Monte Massico, ove sono stati scoperti vari illeciti, sia di natura amministrativa che penale.

Tale servizio ha portato al deferimento in stato di libertà di un soggetto, per caccia con mezzi non consentiti, con contestuale sequestro dell’arma, relativo munizionamento e del richiamo vietato, che all’atto dell’intervento dei militari era in funzione riproducendo il verso della quaglia “specie tra l’altro non cacciabile nei giorni di preapertura”.

È stato inoltre effettuato un sequestro di un altro richiamo elettroacustico alimentato da un pannello solare, la contestazione di varie violazioni amministrative, per caccia in modalità diversa da quella consentita, mancata annotazione del tesserino regionale e mancata raccolta di bossoli, per un ammontare di 1800 euro.

Altre irregolarità amministrative sono state accertate dai militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Caserta e di Vairano Patenora.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

Altri 10 nuovi positivi al Coronavirus nella Provincia di Caserta, in tre comuni diversi

Pubblicato

in

coronavirus tamponi

I dati ufficiali vengono comunicati dalla struttura medica covid dell’Asl di competenza (uopc di Mondragone), ad oggi giovedì 24 settembre 2020, in totale sono 58 i casi positivi al Covid 19. Ricordo alla cittadinanza che per motivi prettamente di privacy non possono essere divulgate notizie personali dei positivi, come, nominativi ed indirizzi dove sono domiciliati, il numero di trenta positivi sono il risultato di contagi all’interno di quattro nuclei familiari diversi.

Nella giornata di giovedì 24 settembre 2020 altri 7 casi positivi al covid 19. Giovedì 24 Settembre 2020 la struttura competente UOPC ha comunicato la presenza sul nostro territorio di altri 7 casi positivi al COVID 19. In totale si riscontrano 58 casi positivi al Covid 19 sul territorio di Castel Volturno, solo sei di essi sono ricoverati presso le strutture ospedaliere Covid, gli altri sono posti in quarantena domiciliare obbligatoria con assistenza da parte della struttura medica Covid dell’Asl e vigilati ed assistiti della Polizia Municipale e dalla Protezione Civile“.

Continua a leggere



Campania

Blitz nella Terra dei Fuochi, sequestrate 3 attività e 5 persone denunciate

Pubblicato

in

Blitz nella Terra dei Fuochi, sequestrate 3 attività e 5 persone denunciate

 

Nella giornata di ieri sono state condotte delle operazioni di controllo straordinario del territorio per contrastare il fenomeno delle illegalità nel ciclo dei rifiuti.

L’operazione rientra in una più vasta azione di contrasto del fenomeno dei roghi nella Regione Campania.

Sono state controllate sei attività imprenditoriali e commerciali, di cui tre sequestrate, quattro sanzionate; le persone identificate 31, di cui cinque denunciate per illeciti ambientali, tre autoveicoli/autocarri controllati e sequestrati, oltre 2500 mq di aree sequestrate e circa 15mila euro di sanzioni comminate.

I reati contestati sono quelli di gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti di lavorazione. L’attività si aggiunge a quelle che costantemente l’Esercito conduce, con le Forze di Polizia dal 2014, nella Terra dei Fuochi.

L’Esercito, in collaborazione con le forze di Polizia, ha effettuato dei controlli straordinari nei comuni di Sant’ Anastasia, Acerra e Somma Vesuviana per la provincia di Napoli e nei comuni di Maddaloni e San Marco Evangelista per la provincia di Caserta.

In campo 22 equipaggi, per un totale di 50 unità interforze appartenenti al Raggruppamento Campania dell’Esercito, comandato dal Colonnello Umberto Curzio, costituiti dalla Polizia Metropolitana di Napoli e Provinciale di Caserta, dai Carabinieri Forestale di Marigliano e Roccamonfina (Caserta), dal ‘Roan’ della Guardia di Finanza di Napoli, dalla Guardia di Finanza di Casalnuovo (Napoli) e Marcianise (Caserta), dalla Polizia di Stato di Acerra (Napoli) e Maddaloni (Caserta), dai Carabinieri di Pomigliano d’Arco (Napoli) e Maddaloni (Caserta), dalla Polizia Municipale Maddaloni (Caserta) e dall’Asl e l’Arpac di Caserta.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette