Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Attualità

Auto rubate e rimesse in strada con falsi documenti, 13 denunce

Pubblicato

in



Auto rubate e rimesse in strada con falsi documenti, 13 denunce

Venti auto rubate, per lo piu’ in Campania, e rimesse su strada con documenti di circolazione falsi. La Polstrada di Piacenza ha denunciato tredici persone con le accuse di riciclaggio, falso materiale e ideologico, ricettazione e distruzione di atti, al termine di un’inchiesta che ha interessato anche le Procure di Pavia e Napoli. L’operazione, partita dl controllo di una Fiat 500 acquistata presso un salone multimarche di Piacenza e circolante con documenti di circolazione spagnoli, risultata rubata in provincia di Napoli e con il numero di telaio contraffatto. Le indagini della Stradale hanno permesso di individuare una commerciante pavese che – tra il 2017 ed il 2018 – avrebbe detenuto questa ed altre venti autovetture risultate rubate in provincia di Napoli nello stesso periodo. I veicoli erano stati commercializzati oltre che a Piacenza nelle provincie di Lodi, Pavia, Genova, Napoli, Milano, Varese, Cremona, Mantova, Reggio Calabria, Gorizia, Sassari, Cagliari e Trento. I dodici intestatari, ritenuti dagli investigatori complici, sono stati a loro volta denunciati assieme al commerciante che aveva venduto i veicoli. Le macchine rubate (tra cui Range Rover Evoque, Nissan Quashqai, Renaul Capture e Jeep Renegade) sono state poste sotto sequestro e restituite ai legittimi proprietari. Le persone coinvolte nel commercio clandestino sono risultate per lo piu’ residenti nel napoletano, prive di fonte di reddito, alcune senza patente, pluripregiudicati.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus, lieve calo dei contagi in Italia: oggi 1766 nuovi casi

Pubblicato

in

coronavirus nuovi casi italia

Coronavirus, lieve calo dei contagi in Italia: oggi 1766 nuovi casi.

Nuovi casi di coronavirus in Italia in lieve calo: 1.766 i contagi delle ultime 24 ore, contro i 1.869 registrati ieri. In calo in Italia i nuovi positivi ma a fronte di un minor numero di tamponi effettuati, 87.714, circa 20mila in meno di ieri. Le vittime sono 17 cosi’ come il giorno precedente.
Sono 49.618 gli attualmente positivi al coronavirus, 1.025 in piu’ rispetto a ieri. I dimessi e guariti sono 224.417, in aumento di 724 unita’. I pazienti in terapia intensiva sono 7 in piu’ per un totale di 254. I ricoverati con sintomi salgono a 2.846 (+100), le persone in isolamento domiciliare sono ora 46.518 (+918). Tra le regioni con nuovi casi in testa la Campania con 245, poi la Lombardia 216, quindi il Lazio 181, spicca la Sardegna che ne fa registrare 139 in piu’.

Continua a leggere



Attualità

Manifestazione degli animalisti non autorizzata in Penisola Sorrentina: due misure cautelari

Pubblicato

in

Manifestazione degli animalisti non autorizzata in Penisola Sorrentina: due misure cautelari.

 

All’esito di un’ attività d’indagine condotta dal Commissariato di Sorrento, il G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha emesso un’ordinanza applicativa della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria nei confronti di E.R., 30enne di Trapani, e S.F, 58enne romano, indagati per manifestazione non preavvisata, radunata sediziosa, tentata violenza privata, violenza e lesioni aggravate a Pubblico Ufficiale e istigazione a commettere reati.

Gli stessi, attraverso i canali social, hanno promosso e organizzato a Sant’Agnello il 27 settembre 2019 una manifestazione pubblica degli animalisti non preavvisata in cui hanno istigato i partecipanti, circa 150 persone, allo scontro fisico con la Polizia attuando, altresì, un blocco stradale che ha paralizzato la circolazione della penisola sorrentina per oltre 90 minuti. Analogamente, il 2 ottobre 2019 i due uomini, in un’altra manifestazione non preavvisata a Sant’Agnello, sempre da loro organizzata via social network, provocavano ulteriori turbative dell’ordine pubblico.
L’attività investigativa, che è stata condotta anche attraverso l’analisi del materiale “postato” dai partecipanti su taluni social network, ha consentito di ricostruire le dinamiche degli eventi e permesso l’identificazione dei due uomini nonché di molti manifestanti.

Il provvedimento è stato eseguito con la collaborazione della Digos della Questura di Trapani e del Commissariato Aurelio della Questura di Roma.

Continua a leggere



Le Notizie più lette

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?