Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Coronavirus, l’Asl Napoli 1: ‘Ecco come fare i tamponi per chi rientra dall’estero’

Pubblicato

in



Coronavirus, l’Asl Napoli 1: “Ecco come fare i tamponi per chi rientra dall’estero”.

 

Rientro dall’estero: obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al competente Dipartimento di prevenzione della ASL Napoli 1 Centro per test sierologici o tamponi e monitoraggio della situazione epidemiologica. Al Frullone postazione fissa per eseguire i tamponi previa segnalazione via email.

L’ASL Napoli 1 Centro rende noto che per effetto dell’Ordinanza del Presidente Giunta Regione Campania n°67 dell’11 agosto 2020 e successiva n°68 del 12 agosto 2020, fatte salve tutte le disposizioni nazionali e regionali già vigenti in tema di rientri dai Paesi extra Schengen e da quelli individuati dai competenti organi statali come a maggior rischio, a tutti i cittadini residenti in Campania che fino al 31 agosto 2020 facciano rientro da vacanze dall’estero, con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale, è fatto obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al competente Dipartimento di prevenzione della ASL al fine della somministrazione di test sierologici e/o tampone e del monitoraggio della relativa situazione epidemiologica.

Ai cittadini come sopra individuati, è fatto altresì obbligo di osservare l’isolamento domiciliare fiduciario per 14 giorni dal rientro, nelle more dell’esito delle indagini di laboratorio effettuate dalla competente ASL. Il regime di isolamento domiciliare fiduciario viene meno al momento dell’eventuale esito negativo degli esami, fatta salva ogni ulteriore competente determinazione dell’ASL. Si raccomanda a tutti i cittadini residenti nella regione Campania che, nei 14 giorni antecedenti alla data del presente provvedimento abbiano fatto rientro da viaggi o vacanze all’estero (sia con tratte dirette che attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale) di contattare il Dipartimento di prevenzione della ASL di appartenenza al fine di sottoporsi a test sierologico o tampone e di osservare l’isolamento fiduciario fino ai relativi esiti, a tutela della propria salute e della incolumità dei propri parenti e conoscenti (c.d. contatti stretti).

Per quanto concerne il territorio di competenza ASL Napoli 1 Centro (cittadini residenti a Napoli, Capri e Anacapri) la segnalazione va indirizzata alla email dichiarazione.viaggiatore@aslnapoli1centro.it e nella email andranno indicati per ogni cittadino che dovrà essere sottoposto a test sierologici o tamponi: nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza, cellulare, paese di provenienza, giorno di arrivo in Italia.

E’ anche possibile chiedere informazioni al numero verde 800909699 Si comunica che tutti coloro che avranno inoltrato richiesta alla email sopra indicata potranno recarsi il giorno successivo alla postazione fissa tamponi viaggiatori ubicata in Napoli alla via Comunale del Principe n°13/A (c.d. Frullone) ove sarà possibile eseguire il tampone solo ed esclusivamente se registrati in piattaforma a seguito invio email.

Continua a leggere
Pubblicità

I fatti del giorno

Aggredisce la ex in clinica con una roncola: arrestato

Pubblicato

in

aggredisce la ex

Aggredisce la ex: in manette un 24enne. Ad assicurarlo alla giustizia sono stati i carabinieri della Compagnia di Sapri.

 

L’uomo era già stato raggiunto dalla disposizione di “allontanamento dalla casa familiare” e di “divieto di avvicinamento alla figlia minorenne”, emessi lo scorso luglio dal Tribunale di Lagonegro.
Il giovane ha raggiunto l’ex compagna in una clinica di Vibonati e ha tentato di aggredirla con una roncola di 40cm poi ritrovata dai carabinieri di Vibonati intervenuti sul posto.

La denuncia della donna, resa ai carabinieri, ha fatto luce su un quadro di continue violenze, aggressioni e maltrattamenti avvenuti in escalation negli ultimi giorni, nonostante i divieti di avvicinamento imposti dal Tribunale.

Valutata la pericolosità della situazione, per evitare che potesse degenerare e salvaguardare anche l’incolumità della figlia minore, il ragazzo è stato arrestato.

Continua a leggere



Campania

Coronavirus, bimbo di 5 anni positivo nel Casertano

Pubblicato

in

coronavirus cesa

Coronavirus, bimbo di 5 anni positivo nel Casertano.

 

Un bambino di 5 anni è risultato positivo al coronavirus a Cesa, in provincia di Caserta. Ne ha dato notizia ieri sera il sindaco di Cesa, Enzo Guida, spiegando che “da alcuni giorni l’intera famiglia era già in isolamento” e che è già in corso “l’indagine per risalire ai contatti e alle possibili cause del contagio”.

Le condizioni di salute del bambino e dei genitori sono “sotto controllo e costantemente monitorate”. Sono attualmente 11 i casi positivi registrati a Cesa. Il sindaco ha convocato per questa mattina alle ore 10 una riunione “urgente” del Centro operativo comunale richiedendo la presenza anche dei dirigenti scolastici (Istituto comprensivo e istituto alberghiero) per analizzare anche il tema della riapertura delle scuole cittadine. “Tenuto conto di quanto sta avvenendo – spiega Guida – è necessario effettuare una riflessione in merito a questo aspetto”.

Il Centro operativo comunale, oltre che dal sindaco, è composto dalla Protezione civile comunale, dai responsabili dei vari settori del Comune, dai Carabinieri e dai Vigili urbani.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette