“Non potevo rimanere sordo moralmente e umanamente al grido di allarme di Padre Francesco Sorrentino della mensa Diocesana dei poveri di Piazza del Carmine che pubblicamente scriveva: ‘Beati i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché ascoltano’. Il problema è che gli occhi e le orecchie di qualcuno si sono chiusi ed adesso siamo rimasti soli, impossibilitati a far rispettare le distanze di sicurezza.

La mensa del Carmine, per mantenere fede alla sua promessa, continuerà a garantire quotidianamente le sue attività che ha come fine la distribuzione di circa 450 500 buste d’asporto composte sempre da primo, secondo e contorno, pane, acqua, frutta e dolce.
Solo che Padre Francesco Sorrentino oltre che coordinare tutto si è visto costretto a fare anche da guardia per far rispettare le regole di distanziamento sociale visto che tutte le istituzioni l’ hanno lasciato appunto SOLO.
Come Presidente nazionale associazione guardie particolari giurate e non da candidato alla Regione Campania con Forza Italia ho richiesto a chi di competenza di essere autorizzato a mettere a disposizione del prelato volontari dell’associazione onde garantire alla loro opera meritoria la giusta dimensione di tranquillità e che nessuno si dimentichi che il mio scopo è solo sociale e umanitario visto anche i miei pregressi aiuti alla mensa Diocesana grazie alla vicinanza di istituti di vigilanza privata in primis la Security Service che ha donato nel tempo tanto materiale primo per soddisfare gli afferenti alla mensa ha chiosato Giuseppe



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..