Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Il famoso Night ‘L’Africana’ di Praiano decide di chiudere per garantire la sicurezza i propri ospiti e al proprio staff

Pubblicato

in



Costiera amalfitana, locale notturno decide di chiudere per garantire la sicurezza i propri ospiti e al proprio staff :” La sicurezza e la salute vengono prima di tutto, se ci si ammala e si muore non ci si fa nulla dei guadagni.”. Borrelli: ”Un gesto coraggioso che dovrà essere d’esempio per tutti gli altri. Serve responsabilità. Facciamo in modo di metterci l’epidemia alle spalle poi ci daremo da fare per risollevare l’economia.”

Mentre numerosi locali notturni del territorio napoletano e campano continuano a dar vita a serate danzanti dove assenza di mascherine, nessuno distanziamento sociale e sovraffollamenti di persone la fanno da protagonisti c’è chi decide di sospendere le attività del proprio locale per poter garantirà la sicurezza ai cittadini e al proprio personale.

L’ Africana Famous Club di , in costiera amalfitana, ha infatti comunicato, attraverso un post sulla propria fanpage Facebook, di chiudere il locale per questa stagione estiva a causa dei contagi da covid.

“I recenti casi italiani e quelli avvenuti nei locali notturni nella vicina Spagna, che hanno causato un nuovo lockdown in alcuni paesi della penisola iberica, sono stati la causa principale della nostra decisione.

La responsabilità morale nei confronti dei nostri collaboratori, dei nostri ospiti e del nostro territorio vengono prima di qualsiasi altra cosa.”. Si legge nel post facebook pubblicato sulla pagina del locale.

“E’ stata una decisione maturata nel tempo ed abbiamo atteso fino all’ultimo instante prima di arrivare ad un verdetto definito ma alla fine non abbiamo trovato altra scelta che chiudere il locale per questa estate. Crediamo che non vi siano le condizioni per far convivere sicurezza e divertimento e così per rispetto dei nostro ospiti e de nostri collaboratori e di tutto il territorio siamo giunti alla conclusione che l’unica mossa giusta da fare sia quella di sospendere ogni attività.

Sarà per noi un danno economico, vero, ma la sicurezza e la salute vengono prima di tutto, se ci si ammala e si muore non ci si fa nulla dei guadagni.

Speriamo che il nostro gesto possa scuotere le coscienze di altri gestori di locali e dei loro ospiti, che si possa così cominciare ad essere più responsabili. ”ha raccontato Salvatore De Lucia, titolare dell’ Africana Famous Club.

“Un gesto davvero coraggioso che speriamo possa divenire d’esempio per tutti gli altri locali del territorio. Chi apre deve farlo in sicurezza e non permettendo allucinanti assembramenti. Quel che dice il sig. De Lucia è sacrosanta verità, l’economia è importante ma meno della vita umana, e su questo ci siamo imputati sin dai primi giorni di lockdown, dobbiamo preservare la vita e garantire la sicurezza, anche ora. Se siamo tutti uniti e compatti supereremo questo momento difficile, e quando la pandemia sarà alle spalle ci rimboccheremo le manche per far ripartire il nostro territorio. ”ha dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

ANCI, progetto «Cives» intitolato a Maurizio Valenzi: training camp per giovani amministratori al via il 9 ottobre

Pubblicato

in

ANCI, progetto «Cives» intitolato a Maurizio Valenzi: training camp per giovani amministratori al via il 9 ottobre

Napoli, 24 settembre 2020 – Prenderanno il via sabato 9 e domenica 10 ottobre a Napoli i training camp per giovani amministratori della Campania nel prestigioso Complesso monumentale di Sant’Anna dei Lombardi. Il progetto «Cives», nuova edizione della scuola di formazione dell’ANCI Campania, sarà intitolato quest’anno alla memoria di Maurizio Valenzi, sindaco di Napoli dal 1975 al 1983, fondatore e primo presidente dell’ANCI Campania. Il progetto, realizzato in collaborazione con la Fondazione Valenzi onlus nell’ambito del “Programma Scuola Viva – Azioni di accompagnamento” Por FSE Campania 2014-2020, dopo essersi affermato con successo negli scorsi anni, prevede l’impegno di 120 giovani amministratori in sessioni di formazione e workshop con speaker di alto profilo. Gli argomenti principali proposti per quattro training camp da 30 allievi ognuno, impegnati in due fine settimana di lezioni, sono i temi più attuali della pubblica amministrazione: ambiente, energia e territorio, comunicazione, sviluppo sociale e cittadinanza europea. Successivamente gli amministratori saranno protagonisti dei «civic training days», incontri pianificati negli istituti scolastici superiori al fine di diffondere nelle giovani generazioni una visione positiva dell’impegno nell’amministrazione della cosa pubblica. La giovane classe politica si rivolgerà agli studenti rendendo noti i compiti e le responsabilità delle istituzioni locali.

«Sono molto felice di questa collaborazione tra ANCI e Fondazione Valenzi – afferma la presidente Lucia Valenzi – La nostra fondazione non vuole avere un intento commemorativo, ma invece proattivo, presente nell’attualità, e questa iniziativa è nella linea dell’impegno di mio padre diretto a promuovere la collaborazione tra gli enti locali e i loro amministratori per il benessere dei cittadini».

«L’Anci Campania – dichiara il presidente Carlo Marino – attraverso i suoi training camp offre un’occasione unica di formazione ai giovani amministratori sui temi principali del buon governo delle istituzioni. Intitolando l’edizione di un anno così difficile alla memoria di Maurizio Valenzi abbiamo inteso ribadire l’importanza che alle più alte responsabilità politiche corrispondano altrettanto nobili valori umani ed etici».

Il bando di partecipazione del progetto «Cives» dedicato alla memoria di Maurizio Valenzi è aperto fino a esaurimento posti a sindaci, vicesindaci, assessori, consiglieri comunali, municipali e dei Forum dei Giovani under 35, ed è disponibile al link: http://www.ancicampania.it/progetto-cives-avviso-di-selezione-per-i-giovani-amministratori/.

 

Continua a leggere



Calcio

La Regione Campania approva l’ipotesi apertura degli stadi al 25% della capienza

Pubblicato

in

stadi san paolo

La Regione Campania approva l’ipotesi apertura degli stadi al 25% della capienza. Ok di De Luca alla proposta avanzata in conferenza Stato-Regioni.

 

La Campania condivide la proposta di un percorso che porti all’apertura degli stadi al pubblico fino al 25% della capienza, con l’obbligo di indossare le mascherine, avanzata oggi nella conferenza Stato-Regioni. Lo si apprende da fonti qualificate della Regione. Alla conferenza c’erano per la Campania in collegamento il presidente Vincenzo De Luca e il suo vicepresidente Fulvio Bonavitacola che hanno dato il via libera allo studio del percorso per la riapertura parziale degli stadi. Per l’esordio al San Paolo del Napoli in programma domenica contro il Genoa, la Regione e’ orientata a dare tra stasera e domani mattina il via libera alla presenza di mille spettatori.

Continua a leggere



Le Notizie più lette