Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

Rassicuranti i primi risultati sull’uomo del vaccino contro il coronavirus

Pubblicato

in

vaccino


Il primo vaccino contro il coronavirus testato su esseri umani sembra essere “sicuro ed efficace”. Lo ha annunciato oggi Moderna, l’azienda statunitense con sede nel Massachussetts che negli scorsi giorni ha ricevuto dalle autorità di Washington il via libera per la fase 2 di sviluppo del vaccino.

 

La valutazione si basa sui risultati ottenuti dalla somministrazione di due dosi a un primo gruppo di otto pazienti volontari. Questi ultimi hanno prodotto anticorpi che sono stati successivamente testati in laboratorio e che si sono mostrati in grado di impedire al virus di replicarsi, fattore essenziale per lo sviluppo di un vaccino efficace. I livelli di anticorpi prodotti dalle dosi somministrate da Moderna sono inoltre apparsi simili a quelli sviluppati dai pazienti che sono guariti dopo aver contratto il Covid-19. L’azienda ha fatto sapere che sta procedendo su una tabella di marcia accelerata: presto verranno coinvolti altri 600 pazienti, mentre la terza fase dovrebbe iniziare a luglio con la partecipazione di migliaia di soggetti sani.

Se tutto andrà per il meglio, secondo il dirigente medico di Moderna Tal Zaks, il vaccino potrebbe essere pronto per l’uso già alla fine di quest’anno o all’inizio del 2021. Non e’ tuttavia ancora chiaro quanti dosi saranno disponibili. “Stiamo facendo del nostro meglio per produrne il più possibile”, ha detto Zaks. Al momento sullo sviluppo di un vaccino contro il coronavirus sono al lavoro decine di istituti e aziende negli Stati Uniti, in Europa, in India e in Cina. La tecnologia utilizzata da Moderna si basa su un segmento di materiale genetico del virus noto come mRna e ha già avuto successo sui topi da laboratorio. Ne sono state testate tre dosi: una bassa, una media e una alta. I promettenti risultati iniziali sono basati sugli esperimenti effettuati con dosi medie e basse. Le dosi alte hanno invece provocato febbre, dolori muscolari e mal di testa a tre pazienti, effetti collaterali che – ha precisato Zaks – tuttavia non sono durati più di un giorno.

Continua a leggere
Pubblicità

Casoria

Casoria sfonda il muro dei 300 contagiati: ora sono 304

Pubblicato

in

300 contagiati casoria

Sfonda il muro dei 300 contagiati a Casoria. Da ieri sera sono 304 è c’è anche u morto, mentre 78 sono le persone che risultano guarite.

 

Il sindaco Raffaele Bene ha trasmesso un video messaggio sulla sua pagina istituzionale facebook e ha invitato i cittadini a non uscire di casa se non per necessità. Chiede responsabilità e chiede  una corretta informazione ma fa anche un appello ai ragazzi e ai genitori: “Troppi i ragazzi in giro senza rispettare distanziamento e senza mascherine. Ai genitori chiedo più responsabilità. Ai gestori di bar , pub, pizzerie, ristoranti rispetto degli orari nessuno deve essere più furbo degli altri. Perché solo con il rispetto delle regole si può affrontare questa pandemia”. Molti i commenti dei cittadini che chiedono misure più restrittive e ora temono che anche Casoria diventi zona rossa come la vicina Arzano.

Continua a leggere

Le Notizie più lette