Tra le nuove misure per contenere la diffusione in Italia del coronavirus, Covid-19, c’e’ la chiusura di tutte le attivita’ commerciali. Ad annunciarlo il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in una diretta sui suoi canali social. “Siamo consapevoli che bisogna procedere gradualmente, ma ora e’ il momento di fare un passo in piu’. Ora disponiamo la chiusura di tutte le attivita’ commerciali. Ma nessuna corsa a fare acquisti di cibo” ha precisato il premier. Il capo del governo ha esordito sottolineando che “tutto il mondo ci guarda e ci apprezzano perche’ stiamo dando una grande prova di vigore”. “Domani – ha proseguito – non solo ci ammireranno, ci guarderanno come esempio positivo”. Nonostante la chiusura delle attivita’ commerciali, Conte ha evidenziato che “resta garantito lo svolgimento dei servizi pubblici essenziali, fra cui i trasporti”. “Industrie e fabbriche – ha spiegato – potranno continuare a svolgere le proprie attivita’ produttive a condizione che assumano protocolli di sicurezza adeguati a proteggere i propri lavoratori”. Per quanto concerne il settore primario, il premier ha dichiarato che “verranno garantite le attivita’ del settore agricolo, zootecnico e di trasformazione alimentare comprese le filiere”. Prevista poi la chiusura di “parrucchieri, centri estetici e i servizi di mensa che non garantiscono la distanza di un metro”.

“Dobbiamo limitare gli spostamenti – ha sottolineato Conte – ed e’ importante essere consapevoli che l’effetto di questo grande sforzo potremo vederlo nelle prossime settimane. Dovremo attendere un paio di settimane”. Nel corso del suo intervento, il capo dell’esecutivo ha annunciato l’imminente nomina di Domenico Arcuri di Invitalia a commissario delegato per potenziare la risposta sanitaria italiana al coronavirus. “Sara’ un commissario che avra’ pieni poteri di deroga – ha spiegato Conte – e che lavorera’ per rafforzare la distribuzione di attrezzature per la terapia intensiva. Nominero’ Domenico Arcuri”. “Al primo posto – ha aggiunto il premier – ci sara’ sempre la salute. Se saremo tutti a rispettare queste regole usciremo piu’ in fretta da questa emergenza. Serve la responsabilita’ di ciascuno per tutta la durata di questa emergenza. Siamo tutti parte di una comunita’ – ha concluso – e insieme ce la faremo”.

Nessun tag trovato per questo articolo.

Cronache Tv



Altro Italia

Ti potrebbe interessare..