Una situazione incresciosa è venuta a verificarsi nel comune di Marano di Napoli: tre istituti scolastici, il “Giancarlo Siani”, il “Paolo Borsellino” e il “Carlo D’Azeglio”, dal 22 gennaio resteranno senza riscaldamenti. 
Le motivazioni di tale situazione deriverebbero dal mancato pagamento della fornitura di gas, di Enel Energia, da parte del Comune, sembrerebbe per un equivoco venutosi a creare in seguito al subentro di Enel Energia ad un’altra azienda di fornitura gas.
Lo sportello del cittadino di Marano col presidente Avv. Beniamino Esposito, sta monitorando la situazione delle scuole assieme ai genitori dei  bambini dei plessi interessati dal disagio creatosi circa la questione della mancanza di riscaldamento. Se la situazione si protrarrà i cittadini dichiarano di volersi organizzare per dare vita ad una manifestazione alle porte degli Uffici comunali.
Il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli sollecitato dai genitori è intervenuto sulla vicenda.” Sono basito, è inaccettabile che un’amministrazione comunale non riesca a garantire neanche i servizi di base, che non riesca a tutelare i bambini e le scuole. La situazione deve sbloccarsi in pochissimo tempo, i bambini non possono stare al freddo, rischiano di ammalarsi.”



Pubblicità'

Politica, Scafati. Michele Russo: ‘Il senso di responsabilità e il futuro della città’

Notizia Precedente

Acerra, 36enne arrestato per spaccio di droga

Prossima Notizia