Zuccherato o amaro, intenso o aromatico, preparato con la moka o con la cuccumella napoletana: il caffè divide molti ma alla fine unisce tutti, dal Nord al Sud Italia. Un aroma universale che Nespresso è riuscito a racchiudere in quelle capsule – diventate ormai un oggetto di design e sostenibile, visto che si possono riciclare – che hanno rivoluzionato il modo di preparare e bere il caffè, portando l’espresso dal bar alle case degli italiani. Un rituale e un’abitudine, quella del caffè, che è legata alla tradizione delle diverse tostature delle torrefazioni diffuse sul territorio italiano e ai differenti gusti e abitudini di consumo. Con ‘Ispirazione Italiana’ Nespresso ha creato cosi’ sette diverse miscele ispirate proprio ai diversi metodi di tostatura che richiamano le tradizioni di alcune delle più belle città dello Stivale a cui la gamma si ispira: alle capsule ‘Ispirazione Roma’, ‘Ispirazione Firenze Arpeggio’, ‘Ispirazione Palermo’ Kazaar, ‘Ispirazione Genova Livanto’ e ‘Ispirazione Ristretto Italiano’, si aggiungono i due nuovi aromi ‘Ispirazione Venezia’ e ‘Ispirazione Napoli’, capitale del caffè in Italia. “La cultura del caffè in Italia è molto variegata”, ha spiegato il direttore generale di Nespresso Italiana Stefano Goglio durante la presentazione delle due nuove miscele, a Milano, a cui hanno partecipato anche Alessio Lapice, Vittoria Puccini, Edoardo Leo, Mia Celan, Andrea Delogu e diversi assaggiatori, foodblogger e influencer. “Ci sono modi di consumo e abitudini molto diversi che variano dal Nord al Sud sia come gusti che come tradizioni: per anni abbiamo cercato di interpretare questa varietà di gusti offrendo una gamma molto ricca” e “con Ispirazione italiana omaggiamo la tradizione e la cultura del caffè italiano attraverso due nuove varietà, Ispirazione Napoli e Venezia, in cui abbiamo unito la selezione di materie prime di qualità e una tostatura perfezionata”. Per Jessica Vergani, coffee expert e ‘sommelier’ di chicchi di caffè e aromi, le due miscele “riscoprono e ritrovano i gusti degli italiani. L’ispirazione Napoli è un caffè molto inteso e amaro, con note di spezie, pepe, tabacco e fava di cacao” tipiche dei caffè tostati amati dai napoletani, mentre nella “varieta’ Ispirazione Venezia, abbiamo una tostatura medio-scura, in cui si riconoscono la dolcezza dei biscotti al burro, del caramello e della frutta secca”. Fin dalle sue origini più di 20 anni fa grazie all’intuizione di Eric Favre, ingegnere svizzero sposato con un’italianissima amante del caffè, Nespresso ha puntato a portare la qualità del caffè espresso italiano a casa: “oggi, in Italia, oltre il 75% dei caffè viene consumato tra le mura domestiche. Grazie all’impegno e alla passione di torrefattori, scienziati alimentari e ingegneri, abbiamo raccolto la sfida di portare la stessa qualità di un espresso a casa”, ha concluso il direttore generale.

Napoli, all’ospedale Pascale arriva l’app per i pazienti stomizzati

Notizia Precedente

Di Maio annuncia le dimissioni da capo politico del M5s: ‘Vi dirò cose importanti’

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..