Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Calcio Napoli

Napoli aspetta Sarri, Mertens risponde alle critiche

Pubblicato

in



Fischi, applausi o silenzio indifferente? Maurizio Sarri torna domenica sera al San Paolo e i tifosi napoletani si interrogano sull’accoglienza che dovranno riservare a quello che durante le stagioni trascorse sulla panchina azzurra avevano definito ‘il Comandante’ per quell’aria da rivoluzionario irridente e a volte beffardo e che aveva pero’ inoculato in loro il virus della ‘grande bellezza’ nel calcio. Ma oggi le cose sono cambiate. Sarri e’ seduto sulla panchina della Juventus e sono moltissimi i tifosi del Napoli – forse la maggioranza – che si sentono traditi da colui il quale pensavano sarebbe rimasto ‘napoletano’ a vita, un po’ come accadde con Maradona. Gli stati d’animo sono contrastanti. Non solo sui social, ma anche per strada, nei bar, sui mezzi di trasporto, nei locali pubblici, tengono banco le discussioni sull’accoglienza da riservare a Sarri. L’umore della piazza fino a qualche giorno fa era nero per la crisi della squadra e l’addio ai sogni di gloria in questo campionato. L’accoglienza a Sarri, se questo stato d’animo fosse rimasto tale, avrebbe avuto contraccolpi positivi. Ma la vittoria in Coppa Italia sulla Lazio ha ringalluzzito l’ambiente. I tifosi sperano che quella gara sia stata soltanto l’inizio di una cavalcata vincente, di una rincorsa che riporti la squadra proprio la’ dove proprio Sarri l’aveva lasciata il giorno del suo addio. In ogni caso la partita con la Juventus rappresenta una storia a se’. Per il San Paolo, ogni anno, e’ l’appuntamento piu’ atteso e una vittoria con i pluriscudettati bianconeri, indipendentemente da chi sia seduto sulla loro panchina, non ha mai prezzo. Rino Gattuso tutto questo lo sa e sta preparando con particolare cura la sfida, nonostante le difficolta’ che i molti infortuni gli stanno creando. Oggi l’allenamento ha dato qualche buona indicazione all’ allenatore. Koulibaly ha svolto la prima parte di esercitazioni sulla linea difensiva in gruppo, Maksimovic quasi tutto l’allenamento assieme ai compagni. Solo lavoro in palestra, invece, per Mertens. Il belga ha diffuso sul proprio profilo Instagram un video mentre lavora per recuperare la forma migliore che chiude ogni spazio a ipotesi di un assenza dovuta a motivi diversi da quelli sanitari. ”Sto lavorando duro – dice Mertens – per tornare prima possibile, non ce la faccio piu’ a stare lontano dal campo, ma ringrazio i fisioterapisti e lo staff medico per aiutarmi a rientrare quantoprima”. Quanto alla campagna di rafforzamento, Politano avrebbe trovato l’intesa con il Napoli. Con l’Inter c’era gia’ l’accordo per un prestito con obbligo di riscatto e ora l’operazione potrebbe andare verso la definitiva chiusura.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio

Regione: sì in Campania per 1000 spettatori alle partite di ‘A’

Pubblicato

in

stadi san paolo

Regione: sì in Campania per 1000 spettatori alle partite di ‘A’

Via libera anche in Campania per l’accesso di mille spettatori alle partite di calcio di Serie A. E’ il contenuto dell’ordinanza numero 73 firmata dal governatore Vincenzo De Luca. il provvedimento stabilisce che “e’ consentita la partecipazione del pubblico alle partite di calcio professionistico di serie A in programma sul territorio campano nei giorni 27 settembre e 30 settembre entro il limite massimo di 1000 spettatori, a condizione del pieno rispetto – da parte delle societa’, dei gestori e degli utenti- delle disposizioni vigenti”. In particolare, la presenza di pubblico e’ consentita esclusivamente nei settori degli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere nel rispetto del distanziamento interpersonale, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro, obbligo di misurazione della temperatura all’accesso, obbligo di utilizzo della mascherina anche all’aperto.

 

Continua a leggere



Calcio Napoli

Giuffredi a Radio Marte: ‘Lo Spartak Mosca ha chiesto Hysaj al Napoli’

Pubblicato

in

 

Giuffredi a Radio Marte: ‘Lo Spartak Mosca ha chiesto Hysaj al Napoli’

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Mario Giuffredi, agente tra gli altri di Mario Rui, Di Lorenzo, Hysaj e Veretout.

“Dal 2010 non ho mai visto un mercato del genere, credo che sia una cosa fuori da ogni normalità. Io penso che il Napoli abbia fatto il colpo di mercato più importante di questa sessione, bisogna dare atto al Presidente di aver fatto uno sforzo economico.
Veretout? La trattativa non c’è perché l’idea era che se vendevano Koulibaly potessero prenderlo. Io credo che sia molto molto molto difficile che possa realizzarsi una cosa del genere. Oggi è venerdì, manca una settimana alla fine del mercato, è tutto troppo difficile. Bisognerebbe vendere Koulibaly e parlare con la Roma in 7 giorni, al 99,9% sicuramente rimane alla Roma.
Hysaj? Un professore dal punto di vista difensivo, guardate la partita che ha giocato a sinistra. Ha giocato con una serenità – tanto è vero che non ha mai corso pericoli – ottima e dal punto di vista difensivo credo sia il più bravo. Del contratto ne stiamo parlando, negli ultimi giorni abbiamo ricevuto una richiesta dallo Spartak Mosca che stiamo valutando. La richiesta soddisfa il Napoli? Bisogna vedere dai punti di vista, tra qualche mese lui va via a parametro zero. Vorrei vedere quanti giocatori del 1994 hanno presenze in un club importante come il Napoli. Sarebbe un peccato per uno come lui andare via a parametro zero.
Vecino? Da quello che mi risulta resta un’operazione molto difficile, non credo che il Napoli prenda un giocatore che ha bisogno ancora di due mesi. Chi arriverà a centrocampo non sarà una priorità per Gattuso e per il Napoli, anche se in quel ruolo si può essere determinanti. Bisognerebbe fare uno sforzo importante per prendere un giocatore importante per elevare la squadra.
Zona Champions? Senza dubbio, il Napoli ha una squadra molto forte. Mettere un centrocampista darebbe qualche certezza in più ma il Napoli anche così può lottare per lo Scudetto.
Naturalmente quest’anno c’è una concorrenza più agguerrita con Fiorentina, Milan, Juventus. Si può lottare ma deve anche fare attenzione a non arrivare 5° o 6°. Ognuno, nel piccolo, ha migliorato la squadra. Il Milan ha dato continuità tenendo Ibrahimovic e ha messo dei tasselli giusti per migliorare. La Fiorentina ha preso qualche giocatore in estate dopo un mercato di gennaio importante.
Pezzella? Giocatore che potenzialmente può giocare anche in grandi squadre, ha bisogno di un suo percorso. E’ un ’97 ma per arrivare a giocare in squadre con il Napoli ha bisogno di un percorso. Magari tra 1-2 anni potrebbe arrivare in una squadra così. Ma dipende da lui, io gli faccio sempre l’esempio di Biraghi. Deve autoconvincersi lui.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette