Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Caserta e Provincia

Colpo in banca a Bologna durante la pausa: arrestato il complice di Casal di Principe

Pubblicato

in



E‘ stato arrestato il 29enne di Casal di Principe, G.P., operaio edile ricercato dalla Squadra mobile di Bologna, in quanto complice della rapina messa a segno ieri, lunedì 13 gennaio, alla banca Unicredit ubicata nel centro storico del Capoluogo emiliano.
L’uomo, complice del 26enne S.M. (nato a Santa Maria Capua Vetere e residente a San Cipriano d’Aversa) arrestato dalla polizia dopo che era entrato all’Unicredit di Bologna armato di coltello a seghetto, si è consegnato questa notte alle 3,30 in caserma.
Entrambi gli arrestati lavoravano in un cantiere edile in centro a Bologna e in occasione della pausa pranzo di lunedì 13 gennaio hanno scavalcato il bancone delle casse dell’Unicredit e arraffato 6 blister contenenti monete per un totale di 480 euro; uno di loro, inoltre, passando alle spalle di una cassiera, le ha provocato un’abrasione con la lama.
Durante l’arresto del primo rapinatore, la polizia aveva notato due persone che si erano avvicinate incuriosite, ovvero il suocero e il cognato di S.M., anche loro muratori impiegati nel cantiere del centro storico, risultati estranei ai fatti. Una volta avuta la lista dei dipendenti, all’appello mancava solo G.P., domiciliato a Modena, ma alle 19,30 di ieri le telecamere della stazione centrale lo avevano ripreso mentre saliva su un treno diretto a Caserta. La Polizia è andata ad aspettarlo sotto casa, ma il 29enne si è consegnato in caserma.

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Viola la quarantena per andare a votare, seggio chiuso per 2 ore

Pubblicato

in

viola quarantena

Viola la quarantena per andare a votare, seggio chiuso per 2 ore.La donna era in isolamento per aver avuto contatti con un parente positivo. Segnalata alle forze dell’ordine.

 

Casagiove dove un seggio è stato chiuso due ore tra l’ora di pranzo e le 15,30 del pomeriggio. Una donna in isolamento domiciliare, in quanto parente di una persona positiva, si è recata al seggio per votare.

Immediatamente è scattato l’allarme con le operazioni di sanificazione che si sono rese necessarie. Da una prima ricostruzione pare che la donna si sia sottoposta al tampone nei giorni scorsi e che il risultato sia stato negativo. Nonostante ciò, però, non le sarebbe stato comunicato il via libera da parte dell’Asl per potersi muovere sul territorio. Di qui la segnalazione dell’accaduto alle forze dell’ordine che adesso dovranno valutare un’eventuale denuncia.

Continua a leggere



Caserta e Provincia

Aggressione ad una guardia giurata all’ospedale Moscati di Aversa

Pubblicato

in

Aggressione ad una guardia giurata all’ospedale Moscati di Aversa dell’istituto di vigilanza Cosmopol con prognosi di 2 giorni.

 

E’ accaduto ieri mattina quando è arrivata in ospedale una anziana accompagnata dal figlio. L’uomo ha fermato l’auto al pronto soccorso  pretendendo che gli vengano prestati subito i soccorsi e per questo inizia ad inveire contro l’infermiera.
Interviene la guardia giurata di servizio che si interpone tra l’energumeno e l’infermiera per difendere la stessa calmando gli animi. L’uomo però ha continuato ad inveire minacciando verbalmente la guardia giurata tanto che sono intervenute alcune persone presenti al pronto soccorso per evitare lo scontro fisico.

“Ma resta lo sconforto della guardia giurata, lavoratore e padre di famiglia, -spiega il coordinatore cittadino per i circoli insieme per il meridione Michele Onorato- che svolgendo il suo lavoro viene mortificato e minacciato verbalmente. Noi tutti ci auguriamo che in tempi brevi chi ci governa riesca a capire l’importanza delle guardie giurate nel mondo del lavoro e diano il giusto riconoscimento per il lavoro svolto soprattutto nei pronto Soccorso degli ospedali Campani”.

Continua a leggere



Le Notizie più lette

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?