Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Attualità

Allarme violenza donne ogni 15 minuti: una conferenza per formare i giovani

Pubblicato

in



E’ allarme violenza contro le donne in Campania con 1258 richieste di aiuto nel 2019 e a livello nazionale con un aumento del fenomeno del 3% dal 2016 al 2019 secondo i dati della Polizia di Stato. il Rapporto Eurispes 2019 “Femminicidio e violenza di genere in Italia” traccia un quadro altrettanto drammatico: nel 2018sono state 142 le vittime (+0,7%), 119 in famiglia (+6,3%) Mentre nel 2019: 88 vittime ogni giornouna donna ogni 15 minuti secondo il report diffuso dalla Polizia di Stato Questo non è amore. Dai dati gelosia e possesso sono i moventi principali (32,8%). Aumentano inoltre le denunce per violenza sessuale (+5,4%), stalking(+4,4%) e maltrattamenti in famiglia (+11,7%). Ma la strada è ancora lunga: molte ancora non denunciano per paura.
 Il 17 gennaio 2020 alle ore 10:30 presso l’Auditorium del Liceo Scientifico F. Severi di Castellammare di Stabia (NA) si terrà la conferenza dal titolo “Dove c’è violenza non c’è amore”, per formare le giovani generazioni alla cultura della non violenza.  L’evento è organizzato dalla Dott.ssa Marianna Trojano, psicologa clinica e forense responsabile della sede campana dell’Osservatorio Violenza e Suicidio ed è promosso da Rotary e-Club Due Golfi del Distretto 2100 con il gratuito patrocinio dell’Osservatorio Violenza e Suicidio. Interverranno alla manifestazione: la Dott.ssa Marianna Trojano, psicologa clinica e forense responsabile della sede campana dell’Osservatorio Violenza e Suicidio sul tema: “La spirale della violenza: come arginare i rischi correlati”. Successivamente interverrà il Dott. Stefano Callipo psicologo clinico, giuridico e psicoterapeuta Presidente dell’Osservatorio Violenza e Suicidio con il tema: “Quando l’amore diventa patologico: dinamiche e aspetti clinici”.  Seguirà l’intervento dell’On. Avv. Catello Vitiello, componente della prima commissione affari costituzionali,  sul tema: “Novità giuridiche e giurisprudenziali in materia codice rosso”.  Così afferma la psicoterapeuta Marianna Trojano: “Viviamo in una società pervasa dalla violenza di genere che sia fisica, psicologica o nella subdola forma della discriminazione. La conferenza vuole ricordare ai ragazzi da dove nasce e come si evolvono gli episodi di violenza di genere e vuole prevenire il fenomeno attraverso un’educazione all’informazione, aggiornandoli sulle recenti riforme legislative in materia e cercando di offrire loro gli strumenti per carpire i cosiddetti “segnali d’allarme”, al fine di evitare di restare intrappolati in una possibile spirale della violenza da cui sarebbe difficile uscirne senza l’adeguato supporto multidisciplinare di professionisti in materia, dagli psicologi, agli avvocati, alle forze dell’ordine.” 

L’obiettivo è quello di sensibilizzare i ragazzi ad essere più consapevoli delle loro azioni, e a stabilire rapporti più empatici ed autentici, superando gli stereotipi di genere e rispettando le persone con cui entrano in relazione attraverso un linguaggio che sia scevro da pregiudizi, condizionamenti e mortificazioni. Un radicale cambio nelle future generazioni avverrà solo quando i giovani, gli uomini, smetteranno di relegare il termometro del proprio valore al grado di potere esercitato sulla (ex) partner alla propria presunta forza  sinonimo per loro di “superiorità/virilità”.  Conclude la Dott.ssaTrojano: “Per sensibilizzare il territorio campano siamo infatti in procinto di far partire la sede locale dell’Osservatorio Violenza e Suicidio di cui sono responsabile. A breve si terrà un congresso di lancio”.  

Continua a leggere
Pubblicità

Afragola

Camorra: sequestrati 10mila euro in contanti e orologi per 60mila nelle case dei Moccia a Roma

Pubblicato

in

Sequestrati dai carabinieri nelle abitazioni di Angelo Moccia e Francesco Varsi, tra gli arrestati dell’operazione di ieri che ha portato a 13 misure cautelari e al sequestro di 14 locali nel centro di Roma, altri 10mila euro in contanti e 10 orologi di pregio, del valore complessivo di oltre 50mila euro, ritenuti provento delle attivita’ illecite dell’organizzazione.

I carabinieri avevano gia’ dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo di beni, anche ai fini della confisca, del valore complessivo di circa 4 milioni di euro, ricostruito e individuato nel corso delle indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma. Nell’ordinanza di custodia cautelare si evidenzia che “in diverse conversazioni intercettate si comprende come il mantenimento di un tenore di vita alto, l’uso di macchine molto costose, il reperimento di immobili di pregio, fanno parte di uno stile di vita che i camorristi, ed in particolare il clan Moccia, ostentano al fine di esercitare maggiore influenza sulle persone vicine ed estendere la rete di contatti che permette loro di infiltrarsi nell’economia legale”. “Se c’ho un F12… F12 targato F12 immatricolato dodici, dodici, duemila dodici (12.12.2012)… cioe’ per chi e’ collezionista e’ una cosa… ” avrebbe detto lo stesso Angelo Moccia in una conversazione intercettata.

Continua a leggere



Coronavirus

Coronavirus, nuova crescita in Italia: 1851 nuovi casi e 19 morti

Pubblicato

in

coronavirus italia

Coronavirus, nuova crescita in Italia: 1851 nuovi casi e 19 morti. Effettuati 105.564 tamponi.

 

Ancora in crescita i nuovi contagi da coronavirus in Italia: 1.851 nuovi casi oggi, contro i 1.648 di ieri, ma con molti piu’ tamponi, 105.564 rispetto ai 90.185 processati ieri. Il totale dei casi di positivita’ sale cosi’ a 314.861. In calo i decessi, 19 oggi (ieri 24), per un totale di 35.894. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

I guariti in piu’ sono 1.198 (ieri 1.316) e sono ora 227.704. La regione con piu’ casi oggi e’ la Campania (+287), seguita da Lazio (+210) e Lombardia (+201), stessa situazione di ieri. Non c’e’ nessuna regione a zero contagi, quelle che che stanno meglio sono Valle d’Aosta e Molise con sei nuovi casi. Aumentano anche gli attualmente positivi (+633 mentre ieri erano stati 307) per un totale di 51.263. Calano di una unita’ i ricoveri in regime ordinario: 3047, quando ieri si era registrato un +71, mentre le terapie intensive salgono di 9 unita’ (ieri 7), e sono 280. Infine, in isolamento domiciliare ci sono 47.936 persone (625 piu’ di ieri).

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette