Salvò la vita a un avversario in campo: la Lega Nazionale Dilettanti premia il calciatore stabiese Luigi Buondonno

google news

La Lega Nazionale Dilettanti, presieduta dal campano Cosimo Sibilia, ha chiuso i festeggiamenti per i suo sessant’anni con un evento a Roma. Presentando il francobollo celebrativo, Sibilia ha sottolineato: “Il 2019 è stato un anno speciale per i dilettanti sia per i risultati sportivi che per l’apertura a nuove frontiere come gli eSport. Un occhio attento ai costi, col secondo bi-lancio di fila in positivo, ci ha permesso inoltre di investire maggiori risorse nei giovani e nelle politiche di sostegno alle società. Siamo in prossimità delle feste, è bello chiudere questo compleanno con la famiglia dello sport italiano. Questi mesi hanno significato per noi la possibilità di avvicinarci ancora di più al territorio e rafforzare il legame con la base e le istituzioni, ringrazio il Comune di Roma per averci accolto in questa cornice magnifica” .”Ho passato gran parte della mia vita nella Lega Nazionale Dilettanti, un movimento dai numeri impressionanti che da solo rappresenta il 25% dei tesserati Coni – le parole di Malagò, accompagnato dal vicario Franco Chimenti e dal segretario generale Carlo Mornati – Complimenti alla LND per il lavoro che sta portando avanti a livello sportivo e sociale”.
L’ultimo commento è di Gravina: “Partecipando a molti eventi della LND ho avuto modo di percepire la passione e la forza delle persone che ne fanno parte. E’ un mondo di mecenati che mettono a disposizione una risorsa inestimabile: il tempo”.

Durante l’ultima festa di compleanno è stato premiato con il pallone dorato lo stabiese Luigi Buondonno, calciatore del Real Anacapri che domenica 17 novembre, durante la partita di Prima categoria contro l’Arzanese, ha salvato la vita all’avversario Filippo Saviano, che aveva perso i sensi dopo uno scontro di gioco.