“De Luca non perde tempo a mortificare il reddito di cittadinanza che ha restituito dignita’ a 170mila famiglie in Campania e a 2,5 milioni di nuclei in tutto il Paese, ma l’unica misura che ha messo in campo per fingere di incentivare le politiche occupazionali e’ una formazione da 20 milioni l’anno per progetti inutili che non hanno prodotto un solo posto di lavoro. Basti citare il caso di una ultracinquantenne a cui e’ stato proposto un corso per operatrice di muletto, con la consapevolezza che un’azienda difficilmente la prendera’ mai in considerazione per una mansione di quel tipo. Senza scordare il caso dei corsi di inglese o informatica dalla durata cosi’ esigua da rendere impensabile una prospettiva occupazionale o i corsi di formazione reiterati per i duemila Apu gia’ formati da anni”. Lo ha dichiarato la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscara’, a margine del question time in aula. “Interrogata sulla questione – sottolinea Muscara’ – la giunta, rappresentata in aula dall’assessore Marciani, si e’ limitata a un mero elenco di enti di formazione e a dare cifre che per nulla corrispondono alla realta’ della regione con uno dei piu’ alti tassi di disoccupazione in Europa. Per poi riportare il verbo del padre padrone De Luca e attaccare il reddito di cittadinanza, la prima vera misura di politica attive del lavoro e che ha gia’ dato un’occupazione stabile a 18mila persone, offendendo chi grazie a questo provvedimento puo’ finalmente mettere un piatto a tavola”.

Calcio: Udinese, Gotti concentrati su nostra prestazione

Notizia Precedente

De Luca: ‘Salvini? Gracile nel risolvere problemi veri’

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare