Oltre 600 prestazioni sanitarie a persone indigenti nella settimana dal 9 al 13 dicembre: è il progetto di Medicina Solidale, sottoscritto tra Arcidiocesi di Napoli, la fondazione “In nome della vita onlus” e l’azienda ospedaliera dei Colli (Monaldi – Cotugno – CTO) della città partenopea. “Il protocollo rientra nell’ambito delle attività previste dall’iniziativa Natale ai Colli – ha dichiarato il direttore sanitario Maurizio di Mauro – Abbiamo fortemente voluto questa iniziativa perché siamo convinti che l’umanizzazione degli ospedali debba passare anche attraverso la solidarietà nei confronti dei più bisognosi”. “Si tratta di un progetto dalla forte valenza sociale che rappresenta un segno tangibile dell’umanizzazione della medicina di cui tutti noi abbiamo bisogno – ha aggiunto l’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe – Con questa iniziativa piantiamo un seme di speranza che si pone nella mente e nel cuore di tanti che, di fronte a una iniziativa come questa, si sentono meno soli. Il merito è dei tre ospedali dei Colli che hanno aderito all’iniziativa in un contesto che sarà anche di festa e di socialità”.



Pubblicità'

Camorra: un mercato nel capannone dell’ex discarica Resit confiscata

Notizia Precedente

Corruzione: indagato l’ex capo degli 007 del ministero della Giustizia

Prossima Notizia