Appezzamenti comunali curati dai cittadini La coltivazione amatoriale ha un ruolo sociale e aiuta a combattere gli sprechi
Pontecagnano, in provincia di Salerno, il parco archeologico della città etrusca di Picentia era chiuso al pubblico e l’inciviltà e la mancanza di presidio avevano finito per trasformarlo in una discarica a cielo aperto. Dal 2011 l’area è rinata. Ora, all’interno di quello che è il più meridionale degli insediamenti etruschi, ci sono 100 appezzamenti, a cui lavorano appassionati, gruppi di amici o famiglie. Sono i gestori degli orti urbani creati da Legambiente. E ora Pontecagnano è diventato un «eco-parco», sempre aperto al pubblico, ricco di esperienze, carico di socialità.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati