In diretta su Radio CRC, è intervenuto Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, è tornato sul tema dei navigator: “Cercherò un incontro con i dirigenti di Anpal, affinché contrattualizzi. Non si tratta di assunzioni, ma di contratti di consulenza. Per la Regione Campania non faranno nulla, perché non abbiamo bisogno di nessuna consulenza. Anpal ha fatto la selezione in piena autonomia. Vediamo se riusciamo a superare questo ostacolo. Ho sempre detto la stessa cosa: la Regione Campania non doveva essere tirata in causa, né in maniera diretta né indiretta. Siccome la Campania non ha bisogno di questi consulenti, non li richiederà, ma chi ha creato l’iniziativa ha il dovere di contrattualizzare. I Navigator hanno protestato sotto la Regione, ma non hanno mosso un dito contro Anpal. Chi lavora negli enti pubblici, ci va tramite concorsi. Ci sono 600 dipendenti che da 11 anni sono precari e non vengono stabilizzati, ma loro ben pensano di mettere in gioco altri precari: è assurdo, son cose che capitano unicamente in Italia”. Ricomincio da me? “Uno dei tanti progetti messi in piedi per creare lavoro. Sono nate 588 imprese grazie al progetto garanzia giovani. Nessuna Regione d’Italia abbia fatto uno sforzo nemmeno paragonabile”. E aggiunge: “Abbiamo evidenziato al Ministro svariate problematiche, come quella Whirlpool. Questa resta una ferita aperta ed il Ministero del lavoro ha il dovere di accompagnare questa vertenza, al di là di Whirlpool. Il Governo ha il dovere d garantire una stabilità occupazionale vera”. Regionali? “Mi son ripromesso di non parlare della politica politicante, ma dei problemi. Le svalutazioni si fanno sulle azioni di governo. Questo è il programma che ci eravamo prefissati di attuare e non abbiamo realizzato il 100%, ma ben il 200%. Le chiacchiere stanno a zero”.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati