Quasi 300 chili di latticini sono sequestrati nel Napoletano perché mal conservati e privi di indicazioni sulla tracciabilità. I carabinieri forestali della stazione di terme hanno denunciato per frode alimentare due commercianti incensurati: un 54enne di Castel Volturno e un 52enne di Forio. I militari hanno notato in un’area parcheggio dismessa due furgoni frigoriferi parcheggiati l’uno di fianco all’altro. I conducenti avevano spalancato i portelloni posteriori ed erano occupati a trasferire latticini da un mezzo all’altro. Incuriositi dallo scambio, i carabinieri hanno notato che i sistemi di refrigerazione dei veicoli fossero guasti e che tutti i prodotti trasportati – mozzarelle, provole, ricotte e fiordilatte – fossero in cattivo stato di conservazione. Le confezioni, inoltre, non riportavano le prescritte indicazioni sulla tracciabilità come il paese di mungitura, di condizionamento o trasformazione del latte. La merce esaminata, circa 297 chili di prodotti caseari, è stata interamente sequestrata. In programma campionamenti per accertare la qualità del latte utilizzato e l’eventuale applicazione di trattamenti di risanamento o annacquamento non consentiti. Completate le rilevazioni i prodotti saranno distrutti.



Incendio di Avellino, i Verdi: ‘Vogliamo conoscere i dati dell’inquinamento’

Notizia precedente

Castellammare, operazione ‘Black list’: ordinanza in carcere per i responsabili della sparatoria del 2017 nel centro antico

Notizia Successiva


Commenti

I Commenti sono chiusi


Ti potrebbe interessare..